Berlusconi: Sì ad una nuova legge elettorale ma poi pensiamo ai veri problemi dell’Italia

“Abbiamo illustrato al Capo dello Stato quella che ci sembra l’unica strada possibile in questa difficile situazione: l’approvazione in tempi rapidi di una nuova legge elettorale condivisa in Parlamento, per poi consentire agli italiani di esprimersi con il voto e di scegliere finalmente da chi vogliono essere governati. ”
A dirlo è Silvio Berlusconi, leader di Forza Italia che oggi, insieme a Renato Brunetta e Paolo Romani ha presentato al presidente della Repubblica la proposta del partito azzurro.
“La nuova legge elettorale, necessaria qualunque sia la valutazione della Consulta su quella in vigore, deve rendere omogenei i sistemi elettorali di Senato e Camera, e deve garantire la corrispondenza tra la maggioranza parlamentare e la maggioranza popolare. All’elaborazione e all’approvazione di una legge elettorale con queste caratteristiche siamo pronti a collaborare nel modo più costruttivo.” –continua il Cavaliere –“Abbiamo precisato però che Forza Italia non è disponibile a partecipare o a sostenere governi di larga coalizione. Compete al Partito Democratico, che controlla ancor oggi la maggioranza parlamentare in entrambe le Camere, assumersi la responsabilità di esprimere e sostenere un governo per la parte restante della legislatura, che auspichiamo il più breve possibile.”
Berlusconi esprime la sua preoccupazione per l’attuale e problematica condizione italiana, ribadisce nel suo discorso l’importanza di preoccuparsi dei veri problemi:“Infatti, la grave situazione economica del Paese, il perdurare dell’alta disoccupazione, i pericoli interni ed internazionali per la sicurezza, la difficoltà nel rapporto con l’Europa, sono tutti grandi temi che non consentono rinvii, grandi temi che richiedono al più presto nuove elezioni per costituire un governo stabile, pienamente legittimato dagli elettori.
Al tempo stesso, dopo le elezioni dovrà riprendere il percorso costituente, in termini finalmente condivisi, mettendo mano alle questioni vere che riguardano l’efficienza e la rappresentatività delle istituzioni.”
Il Cavaliere termina il suo discorso ribadendo le posizioni di Forza Italia post-Referendum:“Vogliamo cogliere infine l’occasione per ribadire, anche alla luce degli eventi di questi giorni, la nostra considerazione per il senso di responsabilità istituzionale del Presidente Mattarella, e la nostra fiducia nel suo ruolo di garante in questa fase delicata della vita democratica del nostro Paese.”

Vanessa Combattelli

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *