Trump: “Putin assassino? Noi non siamo da meno”. E parla di una possibile alleanza…

Putin assassino? Ci sono un sacco di assassini. Noi abbiamo avuto un sacco di assassini. Credi che il nostro Paese sia così innocente? Io rispetto Putin. Rispetto molte persone, ma non vuol dire che andrò per forza d’accordo con lui, si vedrà“.

Queste sono le parole rilasciate da Donald J. Trump ai microfoni di Fox News. Il Presidente degli USA stava discutendo con il giornalista Bill O’Reilly su questioni di politica estera, tra cui il fatto se Putin sia o meno un criminale.

Comunque, le parole rilasciate dal tycoon newyorkese lasciano ben sperare: ha ammesso gli scheletri nell’armadio che ci sono negli archivi degli USA, quelli che i media hanno nascosto, quando, ad esempio, Obama, con le sue politiche di bombardamento a tappeto in Medio Oriente, ha destabilizzato di proposito quelle zone, o delle guerre intraprese dai vari Bush Jr., Clinton e Bush Sr., mirate alla supremazia della democrazia al tritolo, quella che o sei pro-Stati Uniti o contro di loro; in secondo luogo, ha acceso una sorta di dialogo, un possibile avvicinamento alla Russia, un auspicabile blocco di questa nuova guerra fredda, che è pesata molto sugli inermi, a causa delle sanzioni economiche imposte dagli Stati anti-Putin.

Nonostante tutto, è da vedere se ci sarà un possibile accordo, come lo stesso Trump ha dichiarato. Ma, come detto prima, le parole fanno ben sperare: negli scorsi anni sembrava che si stesse volgendo verso una terza guerra mondiale, ma adesso sembra tornare alla normalità e alla collaborazione tra nazioni al giorno d’oggi rivali.

Manuel Di Pasquale

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *