Al De Cecco l’importantissimo campionato italiano che premia gli allievi migliori

“È stato il giovane Stefano Di Giosia, studente dell’Istituto Alberghiero di Teramo, con la sua originale ricetta ‘Nero Fabaceo’ ad aggiudicarsi la selezione regionale per il ‘2° Campionato Italiano Miglior Allievo Istituti Alberghieri’, ospitato stamane dall’Istituto Alberghiero Ipssar ‘De Cecco’ di Pescara: 5 gli studenti di cinque Istituti Alberghieri d’Abruzzo che oggi si sono sfidati a colpi di mestolo e ricette, riscuotendo tutti l’apprezzamento della giuria. Stefano, il vincitore della competizione, promossa dalla Federazione Italiana Cuochi, parteciperà ora alla finale nazionale dei Campionati della Cucina Italiana prevista per il prossimo 18 febbraio a Rimini Fiera in rappresentanza di tutta la nostra regione”. Lo ha annunciato la dirigente dell’Istituto Alberghiero Ipssar ‘De Cecco’ di Pescara, Alessandra Di Pietro, ufficializzando l’evento che oggi si è svolto nel plesso scolastico di via Tirino.

“Garantire ai nostri studenti una formazione professionalizzante altamente competitiva e di eccellenza, in linea con le esigenze del mondo del lavoro, è tra gli obiettivi specifici dell’Ipssar ‘De Cecco’ – ha spiegato la dirigente Di Pietro –. E i Concorsi sono senza dubbio un’occasione importante per mettere in gioco le competenze dinamiche, relazionali, organizzative, e ancora la creatività, la capacità di affrontare e gestire situazioni di competizione, al di fuori della didattica ordinaria, dei nostri studenti. Quella odierna è stata una straordinaria occasione di confronto tra studenti di diversi Istituti alberghieri, ciascuno dei quali ha potuto misurare con i propri colleghi le proprie conoscenze e competenze, con una carica emozionale molto forte. Inoltre oggi abbiamo confermato quanto sia importante il dialogo con gli altri istituti che fanno parte della Rete Nazionale degli Istituti Alberghieri, RENAIA, lavorare insieme è fondamentale per la condivisione di strategie e programmi tesi a sostenere il successo formativo dei nostri studenti. E ritengo fondamentale anche il rapporto con la Federazione Italiana Cuochi per qualificare e arricchire ulteriormente la formazione dei ragazzi perché vogliamo che la nostra scuola sia un laboratorio permanente in cui si incontrano e confrontano chef professionisti con i futuri professionisti della ristorazione”. “L’evento che oggi è stato ospitato nei laboratori dell’Istituto Alberghiero di Pescara – ha spiegato Lorenzo Pace, segretario dell’Unione Cuochi Abruzzesi – è la selezione regionale di un Campionato nazionale che vedrà l’Abruzzo concorrere con tutti gli Istituti Alberghieri d’Italia, un evento promosso dalla Federazione Italiana Cuochi.

Ai 5 studenti partecipanti, uno per ciascun Istituto, abbiamo chiesto di preparare un piatto a propria discrezione, ponendo come unica condizione l’utilizzo di ingredienti di base del territorio abruzzese”. A valutare i piatti dei 5 allievi partecipanti al Concorso è stata una giuria di cuochi professionisti composta dallo chef Nicolò Di Garbo, decano dei cuochi abruzzesi; lo chef Leo Giacomucci, Presidente Onorario dell’Unione Cuochi Abruzzesi; lo chef Andrea Di Felice, Presidente dell’Unione Cuochi Abruzzesi; lo chef Pino Finamore, Vicepresidente U.C.A. e chef della Camera dei Deputati; lo chef Lorenzo Ferretti e lo chef Emergente 2014 Daniele D’Alberto, Coordinatore Giovani Cuochi Abruzzesi. “Anche in questo caso abbiamo scelto una giuria di chef professionisti – ha aggiunto Pace – che ha visto la presenza di un giovane emergente, D’Alberto, di soli 25 anni, sino al nostro decano, che ha 85 anni, per dare spazio alla valutazione di diverse tipologie di cucina. Per la Fic chiaramente la competizione è un momento formativo di grande rilevanza che serve per dare agli studenti una visione diversa del proprio percorso didattico al di là delle attività curriculari, ponendoli a contatto con la cucina reale”. Gli studenti che hanno preso parte al Concorso sono Nicola Di Evangelista, dell’Istituto Alberghiero di Giulianova, che ha proposto il ‘Carrè di agnello con fagottino di pasta, fantasia di vegetali e aria di liquirizia’; Vincenzo Stasi, dell’Istituto Alberghiero di Roccaraso, con ‘Ops! Ho beccato il maialino’; Stefano Di Giosia, dell’Istituto Alberghiero di Teramo, con ‘Nero Fabaceo’; Valerio Viggi, Istituto Alberghiero Villa Santa Maria, con ‘Sapori Profumi di mare e di terra d’Abruzzo’; Valentina Di Donato, dell’Istituto Alberghiero Ipssar ‘De Cecco’ di Pescara con ‘Confetto di cioccolato con croccante di mandorle e parrozzo gluten free’. Assente l’Istituto Alberghiero de L’Aquila, per difficoltà logistiche.

Intanto a inizio manifestazione la dirigente Di Pietro e il docente Narciso Cicchitti, Presidente della Sezione provinciale dell’Unione Cuochi, hanno consegnato una Borsa di studio per meriti scolastici, alla studentessa Cecilia Pepe, classe V sezione I indirizzo Enogastronomia.

 

 

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *