Marine Le Pen come simbolo dell’Europa che non si piega

Sembrava impossibile trovare un riscatto a quest’Europa, umiliata e mutilata di ogni sua costumanza, dalla mentalità modernissima di chi crede che l’annientamento delle radici culturali possa favorire l’integrazione tra popoli diversi.
Eppure, Marine Le Pen, la candidata alla presidenza del Front National, ha scomposto le carte in tavola con un semplice e piccolo gesto, si dice che il minimo battito d’ali di una farfalla sia in grado di provocare un uragano dall’altra parte del mondo, Le Pen ha saputo emularlo.
La leader francese, infatti, si è rifiutata di indossare il velo all’organizzato incontro con il Muftì Abdellatif Deriane, il vertice è saltato senza compromessi ma con molte polemiche da parte di quel mondo paradossalmente ultra-progressista.

Muftì Abdellatif Deriane

«Potete trasmettere i miei ossequi al Gran Mufti, ma io non mi coprirò mai» ha annunciato categorica ai giornalisti.
Un apparente semplice rifiuto che ha in sé un forte significato, soprattutto nel panorama politico odierno.
Inoltre, Le Pen, aveva già largamente anticipato le sue intenzioni, spiega in una nota: «Avevo informato in anticipo che non avrei indossato il velo, poiché la visita non è stata annullata, ho creduto avessero accettato la cosa».

I diversi ambienti di sinistra hanno attaccato l’azione della Le Pen definendola “poco rispettosa” nei confronti di un’altra cultura;
Ma la vera indignazione è possibile solo da una parte: Deriane, dopotutto, si è rifiutato di incontrare un esponente politico donna semplicemente perché quest’ultima ha preferito non coprirsi il capo, le pseudo-femministe dove sono?
Altrettanto doverosa è la domanda che si sono posti molti utenti: Cosa sarebbe successo se un leader europeo avesse chiesto ad un politico donna arabo di togliersi il velo?
Arriviamo dunque a conclusioni che ci riportano al punto di partenza: Marine Le Pen non è stata irrispettosa, ha invece dato uno schiaffo morale a coloro che svenderebbero la cultura occidentale per una manciata di spiccioli.

Marine Le Pen

Le Pen è una donna libera che può rappresentare la svolta per un’Europa annullata culturalmente e sempre più distante dalle vere esigenze del popolo, di gran lunga diverse da quelle degli ambienti radical chic.
In un mondo dove la globalizzazione ha portato ad un’uguaglianza apparente e tossica, sapere che emergono figure politiche determinate a cambiare rotta ci fa sperare vivamente nel ritorno di quella bellissima concezione di Europa-Nazione.

Vanessa Combattelli

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *