L’Aquila: Giorgia Meloni in città per Pierluigi Biondi sindaco

Si è conclusa tra sorrisi e applausi la giornata di ieri a L’Aquila, con la presenza della leader di FdI, Giorgia Meloni, dei vari coordinatori regionali del partito e, soprattutto, di Pierluigi Biondi, candidato sindaco del capoluogo abruzzese.
Il Palazzo Fibbioni ha visto protagonisti gli aquilani e la sentita voglia di riscatto, in più punti del suo intervento la Meloni ha ribadito quanto possa essere importante che, a riuscire nell’esperienza amministrativa, sia Biondi che, durante il terremoto aquilano del 2009, ha dimostrato un’immensa capacità umana oltre che amore e legame per la propria terra:“Era tra le macerie a scavare” ricorda la Meloni, un’immagine che colpisce tutti per la sua immediatezza e realtà: quel drammatico squarcio che ogni abruzzese ricorda è fatto di macerie, polvere e morte.
Chi come Pierluigi Biondi ha vissuto in prima linea la tragedia non può che comprendere l’importanza di far ripartire la città.
Si è denunciata anche l’inefficienza da sinistra, ritardi e prese in giro che poco hanno giovato a L’Aquila.
Durante la conferenza stampa si sono toccati inoltre diversi temi: dall’immigrazione all’importanza del made in Italy, senza dimenticare il recente risultato delle elezioni francesi.
La Meloni ribadisce il suo sostegno alla candidata Marine Le Pen, definendo Macron non di certo un secondo Renzi, nonostante l’ex premier esulti.
A termine della presentazione il presidente di FdI, candidato sindaco, militanti e cittadini si sono recati nel Centro Storico valutando le bellezze e le rovine; sono stati molti gli aquilani che si sono rivolti alla Meloni trovando in lei un politico pronto a capirli, un appunto personale che mi sento di fare è esattamente questo: nonostante le numerose richieste, di minuto in minuto, Giorgia Meloni ha risposto a chiunque con il sorriso ed una gentilezza unica, dimostrando inoltre una grande umiltà che fa di lei la grande donna che è oggi.

Vanessa Combattelli

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *