Via libera a UBER, in Italia ci si avvia verso il progresso. Di William Grandonico

26 Maggio 2017, con la sua decisione, il Tribunale di Roma ha ribaltato la vecchia sentenza del 7 Aprile e ha dato il via libera a Uber di tornare a circolare sulle strade italiane. Rimane invariata la decisione del tribunale di Torino, del 22 Marzo scorso, in merito a Uber Pop e Uber X, altri tipi di servizi della compagnia americana che ha rivoluzionato tutto il trasporto privato statunitense e europeo.

Con la decisione del tribunale di Roma, anche se per una piccola parte, in Italia si ricomincia a camminare verso quel progresso che ogni volta vede bloccarsi per un’immensità di futili motivi. Partendo dalla voglia di chiudere al progresso, da parte della Chiesa, fino alle leggi troppo vecchie e ai regolamenti inutili e che appesantiscono il sistema amministrativo e fiscale italiano.

Intanto, anche se la porta si apre per un terzo e solo a chi possiede una licenza da autista, la voglia di ambire a qualsiasi forma di progresso e restare al passo con le più grandi potenze europee, ci riaccende una speranza, sì, quella che un giorno ci permetterà di dire, “l’Italia è al passo con i tempi.”

 

William Grandonico

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *