Mandamento jonico: arrestati 116 ‘ndranghetisti.

La lotta alla mafia non si ferma mai.

In questi giorni è in atto l’operazione “Mandamento jonico” da parte delle forze dell’ordine. Questa missione ha il compito di fermare lo sviluppo e il controllo ‘ndranghetista dell’area ionica, colpendo il cuore pulsante dell’organizzazione criminale.

È stato reso noto che le forze dell’ordine sono riuscite ad arrestare 116 persone collegate all’organizzazione mafiosa del reggino.

Era noto da tempo che la ‘Ndrangheta stava cercando di rinnovare le sue strutture e questa operazione interforze ha dimostrato il sospetto fondato.

Il numero elevato di persone arrestate manifesta come queste associazioni criminali siano in continuo ricambio, con gerarchie a più livelli, e che non hanno alcuna intenzione di bloccare i loro sporchi affari.

Stando a quanto emerso, la ‘Ndrangheta stava costruendo un vero e proprio monopolio: appalti su appalti vinti, da quello riguardante il tribunale di Locri sino a quelli per gli ostelli della gioventù calabresi, intascando milioni di euro.

Orrore che prosegue quando viene alla luce la lettera indirizzata ad un boss da parte di un 15enne che si dice interessato ad entrare nel clan. Per alcuni ragazzini, purtroppo, entrare nella mafia rappresenta onore e rispetto, quando in realtà dovrebbe rappresentare schifo e disonore.

Un grande plauso alle forze dell’ordine.

Manuel Di Pasquale

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *