HaRaGa Dz: la pagina algerina che incita all’immigrazione clandestina in Italia e in Europa.

di Manuel Di Pasquale.

All’inizio pensavo che fosse uno scherzo, una goliardata.

I miei amici di SCL hanno pubblicato un post che mi ha lasciato a bocca aperta: una pagina algerina, chiamata HaRaGa Dz, incita gli algerini ed i nordafricani in generale a venire clandestinamente in Italia e in Europa.

Il post di Sinistra Cazzate Libertà

Le pagine, però, sono più di una, tutte che però hanno un fattore in comune: la parola araba “harraga”, trascritta anche come “haraga”, che significa bruciare e, leggendo in alcuni siti, sembrerebbe indicata come slang per dire “ho bruciato la frontiera” (quindi, immigrazione clandestina).

Nel merito, prendiamo d’esempio la pagina “HaRaGa Dz”, con username @HaRaGaDz92

Nella pagina si trovano selfie su barchette ospitanti 15-20 ragazzotti in forma e in salute, mentre cercano di traversare il Mediterraneo per sbarcare in Sardegna.

La pagina fa credere che l’Italia sia il paese dei balocchi, dove soldi e permessi arrivano con tanta facilità.

Esempio di propaganda che si cercava di smascherare da almeno due anni: quella in cui i nordafricani che arrivano qui illegalmente con la speranza di trovare il tesoro dell’Amazzonia, quando poi qui trovano una realtà molto diversa. Inoltre poi l’Algeria non vede alcun conflitto tra i propri confini ed è uno degli Stati africani che sta meglio economicamente. Non sarà il ricchissimo Lussemburgo, ma la povertà tra i paesi del Magreb è relativamente bassa, se confrontata con quella degli Stati subsahariani. Perciò, non parliamo nemmeno di profughi, ma di clandestini in piena regola.

Inoltre, questa pagina scoraggia i magrebini dal dirigersi verso la Spagna, dove i campi per rifugiati vengono spacciati per prigioni di massima sicurezza.

Ecco, parliamo proprio di questo: arrivano col telefono convinti di fotografare quello che la propaganda aveva promesso loro, così avvertono di essere arrivati ed incitano i loro amici e parenti a effettuare lo stesso tipo di viaggio. Una cosa per la quale il Tommasi ci prendeva per complottisti, per seminatori d’odio e per diffusori di bufale. Guardate alcune foto:

Altre informazioni le ho trovate dal blog Informazione Consapevole, che scrive: “Recentemente in Sardegna sono arrivati 232 migranti di origine algerina in 72 ore (1). Tali arrivi vanno ad aggiungersi ad altri arrivi di migranti algerini avvenuti in Sardegna, allo scopo di arrivare in Italia o anche per rimanere nella regione. A quanto pare tali arrivi non paiono tanto “spontanei” e la ragione che spinge diversi individui,per la stragrande maggioranza giovani e giovanissimi maschi, a rischiare la vita(è a volte rischiano la vita anche i bambini, come recentemente) per arrivare in Italia è quella di trovare una sorta di “Eldorado” nell’Italia e nell’Europa,”Eldorado” a cui spesso arrivano a credere dopo anni di “propaganda”(mediatica o meno). Interessante a tal punto è la pagina Facebook(1) “HaRaGa Dz“(quasi 80mila mi piace e legata a delle pagine e gruppi simili dedicati ad altre zone dell’Europa), che sul social si presenta come un’agenzia di viaggio dedita e che riporta in diretta le rotte e gli sbarchi dei migranti verso l’Italia, con tanto di foto degli arrivi e dei migranti sbarcati, ma anche altre meno rassicuranti, come quella in cui un “fan” della pagina(il cui volto è nascosto) mostra in modo minaccioso e vistoso un coltello(2).”

Qui le note (1) e (2) rimandano alla pagina di HaRaGa Dz. Allego qui solo la nota (2):

Infine, ricondivido quello che ha postato Sa Defenza, pagina di Facebook:

Si è detto molto ma si è concluso poco: speriamo che in questi giorni la magistratura inizi a fare i dovuti accertamenti. Dopo tutto, non parliamo di profughi, ma di migranti economici (o clandestini) spinti a venire qui senza alcuna ragione apparente.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *