Milano: centro sociale Lume occupa cinema Orchidea.

LUME torna a far parlare di sé. Occupato un nuovo stabile pubblico a Milano.
Di William Grandonico

Siamo qui a scrivere per raccontare questa divertente storia. Quattro ragazzini che evidentemente non hanno nulla da fare nelle loro giornate, dopo essere stati sbattuti fuori dalla loro stessa amministrazione rossa lo scorso 25 Luglio (prima occupavano uno stabile in Porta Romana), hanno deciso di occuparne uno nuovo. Ieri, dopo mesi di manifestazioni per chiedere un nuovo spazio alla giunta Sala, hanno deciso di occupare un ex cinema chiuso dal 2009 in attesa di ristrutturazione.

Sto parlando del collettivo universitario di MilanoLUME. Il collettivo universitario MEtropolitano come viene definita la loro organizzazione. Si tratta di un’organizzazione di studenti e artisti, che sotto il cappello, la maschera, chiamiamola come vogliamo, della cultura, si divertono nell’occupare spazi pubblici. Adesso siamo alla seconda occupazione in pochi anni. Si sta occupando uno spazio pubblico che sì è in attesa di ristrutturazione da tanti, troppi anni, ma che nessuno giustificherebbe come sede per un centro sociale. Se poi vogliamo continuare, è lo stesso centro sociale che offre servizi che una persona normale, un povero cristo che manda avanti una famiglia, dovrebbe pagare allo stato, sia dal punto di vista di licenze e sia per il discorso tasse. Un servizio bar esentasse e senza nessun tipo di ricevuta.

Giovani ragazzi, studenti e artisti, giovanissimi che invece di cercare alternative legali e strade difficili e ostiche, continuano a perseverare in un attivismo sbagliato. Attività politiche e sociali che perseguono sì scopi interessanti, ma che sbagliano i modi in cui vengono svolte. Lasciatemelo dire, si sbaglia alla sorgente e questa fonte dovrebbe essere stata chiusa da subito, da chi di dovere.

 

Foto: Milano.Repubblica.it

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *