Fantapolitica, Prodi e la nuova “Unione” – Fassino e Veltroni ci provano

di Manuel Di Pasquale.

Veltroni e Fassino chiamano a raccolta i partiti di sinistra. Tentativo di formare una nuova “Unione” in corso.

Stando ai sondaggi, questo è il peggior periodo per il PD: il partito è sceso addirittura sotto al 25% dei consensi, dato che segnerebbe un distacco di -3% dal M5S, quest’ultimo che al momento viene indicato come primo partito.

Perciò, adesso, si corre: i “ribelli” devono tornare alla base, anche se non nel PD ma per formare una maxi-coalizione. Perché, anche a livello di coalizioni, con AP e con tutta l’accozzaglia dei vari SI, MDP e Possibile, centro-sinistra e sinistra insieme sarebbero lo stesso dietro al centro-destra.

Chi sarebbe l’uomo pronto per trattare e riunire di nuovo tutti? Lo stesso di sempre: Romano Prodi, supportato da Walter Veltroni, il perdente del 2008, e da Piero Fassino, battuto a Torino dai 5 Stelle. Come fu per l’Unione nel 2006, ora Prodi è pronto a riprendersi il suo posto da interlocutore. Non per forza da candidato premier, ma almeno da “paciere”.

Anche il discorso premier risulta complesso: i rumours dicono che qualcuno vorrebbe vedere destituito Matteo Renzi, ma al momento il toscano è ancora segretario del PD e, quindi, l’uomo in corsa per formare il futuro governo.

Bersani, però, sembra inamovibile: chiude le porte in faccia al PD, non vuole alleanze con chi lo ha scartato.

Così come Fassino che si è visto chiudere le porte in faccia da Grasso. Nemmeno la Boldrini sembra volerne sapere.

Pisapia, infine, ha ricevuto un ultimatum da MDP: “o con noi o con loro”. Campo Progressista di Pisapia è il classico partito da 1%. Quelle piccole percentuali irrisorie che, però, in un contesto di equilibrio, potrebbero fare la differenza. Anche se, comunque, con la nuova legge elettorale non vi sono premi di maggioranza, quindi una larga intesa ci sarà, senza alcun dubbio.

In tutto questo, quindi, è da analizzare il ruolo di FI: centro-sinistra, sinistra e FI, insieme, costituirebbero la percentuale minima per formare un governo con un voto di fiducia favorevole da parte delle due Camere. Ipotesi FI che aleggia da tempo, ma al momento Berlusconi ha dimostrato la sua vicinanza a Salvini e Meloni, soprattutto nel contesto delle elezioni siciliane.

Perciò, è finalmente aperta la nuova stagione di Fantapolitica.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *