Salvini a Matrix. Gli italiani sceglieranno me

Di William Grandonico
Salvini show a Matrix. Ospite di Nicola Porro nella prima parte del programma.

Salvini a Matrix, ieri sera, nella prima parte del programma ha usato sempre e solo uno slogan. Lo slogan è stato: “Difendere prima gli italiani”. Ha rimarcato il fatto che non bisogna dimenticare gli italiani, le nostre industrie e il nostro commercio. Bisogna imporsi alle direttive dell’UE e non si può più dare la possibilità ad altri di mettere in ginocchio i settori strategici della nostra nazione. Ha anche rimarcato la questione dei dazi e conferma: “Il PD ha svenduto le nostre aziende. Noi all’UE possiamo chiedere di proteggere i nostri prodotti”.

Nicola Porro affronta il discorso in merito alle liste e la formazione delle stesse. Si discute insieme a Salvini, di candidature e possibili dialoghi con il Movimento 5 Stelle. Conferma che non ci sarà nessuna futura alleanza con chi cambia idea ogni “quarto d’ora”. Porte chiuse a Renzi e Di Maio. “Chi sceglie Salvini, sceglie Salvini”.

“La conferma di chi voterà la Lega, sarà la coerenza che ho sempre portato avanti”, dice Salvini. Va avanti rimarcando il discorso legato al programma elettorale: “la conferma sarà il programma che abbiamo firmato io, Giorgia Meloni e Silvio Berlusconi“.

Durante la trasmissione andata in onda su canale 5 ieri sera in seconda serata, al telefono, il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi ha tranquillizzato gli elettori confermando di stare bene e pronto per ricominciare la campagna elettorale e pronto a vincere anche questa tornata elettorale.

In Italia, bisogna limitare l’immigrazione. Gli italiani non sono disposti a svendere la loro dignità per due euro all’ora, come gli immigrati che preferiscono vivere in dieci in un monolocale e non hanno problemi con le tasse, perché tanto non le pagano. “Io metterò fuorilegge uno stipendio ingiusto di 2 o 3 euro all’ora”, così attacca Matteo Salvini.

Sulla Flat Tax, la proposta che sta cavalcando il centrodestra in questi giorni, Salvini conferma la tassa unica al 15%, a differenza della sinistra che vuole solamente tassare. “Bisogna liberare”, afferma Salvini, e conclude il suo discorso: “Sono convinto che con tasse più basse, tutti pagheranno e i servizi saranno migliori”.

In Italia c’è bisogno di una politica che faccia rispettare le regole. Il nostro paese ha bisogno di regole e di rispetto. Regole in merito all’immigrazione, regole sulla sicurezza, economia e soprattutto sul futuro. Sul futuro dei nostri figli, nostro e dei nostri nonni.

Conclude l’intervista facendo un appello agli italiani. “Sarei contento se la Lega prendesse in tutta Italia un voto in più, per dimostrare che sarò in grado di rispettare le mie promesse. Non vedo l’ora di essere messo alla prova, per sentirmi dire: il governo Salvini ha fatto…”

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *