Fascisti? No, CasaPound Italia

di Giacomo Novelli.

Quanta paura che fanno questi fascisti. Città bloccate, forze di polizia in presidio, traffico chiuso, abitanti a disagio Ogni volta che il movimento politico CasaPound si presenta in una nuova città “regala” queste sgradevoli sensazioni; che poi, nel 2018, sono davvero intollerabili, ci riportano agli anni ’30, o agli anni di piombo.

Ma perché non andiamo a scoprirli un po’ da vicino, questi picchiatori capeggiati dal terribile camerata Di Stefano?

CasaPound Italia (CPI), o semplicemente CasaPound, è un partito politico che, pur non riconoscendosi ufficialmente nelle definizioni classiche di destra e sinistra, viene comunemente considerato di estrema destra.

Andiamo a vedere da vicino il loro programma politico:

 

  • USCITA DALL’EURO

 

CasaPound considera l’euro un meccanismo al servizio di gruppi privati e nazioni ostili che espropriano il bene pubblico italiano con privatizzazioni pilotate, distruggono il risparmio e moltiplicano il debito. Uscire subito dall’euro e adottare una nuova moneta è l’unica soluzione;

 

 

  • USCITA  DALL’UNIONE EUROPEA

 

CasaPound auspica un mercato e un avvicinamento tra Italia e tanti Paesi del mondo, tra cui maggiormente Giappone e Russia, ma NON con i Paesi dell’Unione Europea, con quest’ultima accusata di ostruzionismo e di soffocamento degli interessi italiani. L’uscita unilaterale dall’Unione è l’unica soluzione;

 

 

  • NO ALLO IUS SOLI

 

Lo Ius Soli è visto da CasaPound come un becero quanto incivile modo per distruggere le diversità fra nazioni. Per chiamarsi infatti Nazione, un popolo deve avere una comunanza di valori, lingua, cultura, caratteristiche tra i singoli consociati. Con lo Ius Soli questa diversità grandiosa che caratterizza il genere umano, rischia di sparire;

 

 

  • SUSSIDI  DI MATERNITÀ

 

Uno tra i problemi che affliggono il Belpaese è sicuramente il tasso di natalità scarso e sempre perennemente in calo. Quale modo migliore per incentivarlo se non con sussidi di 500 euro (a salire) alle neo-mamme?  Di certo potrebbe essere una soluzione alla drastica diminuzione di nascite, ma anche un modo per scongiurare quella “sostituzione etnica” paventata dal movimento e non solo;

 

 

  • BLOCCO DELL’IMMIGRAZIONE

 

Ultimo, ma non ultimo per importanza, il blocco dei flussi immigratori. Oltre allo Ius Soli, l’immigrazione, secondo CasaPound, non è altro che il tentativo di poche lobby e poteri forti di rendere i popoli liberi uguali e indiscriminati. I grandi poteri del mercato vogliono consumatori e acquirenti uguali, tutti, non importa da quale nazione possano provenire. Con notevoli e ovvi vantaggi sulla produzione. CasaPound propone un umano rimpatrio per tutti gli immigrati non regolari, o già colpevoli di reati o senza lavoro. Per creare un’Italia sicura e, finalmente, che possa definirsi Nazione.

Questi sono solo cinque dei tanti punti del programma di CasaPound. Come dite? Non avete letto di manganelli e olio di ricino? Strano davvero, a sentire gli antifa CasaPound et simili non sono altro che fascistelli violenti e pericolosi. Ma non sarà forse che le città bloccate, la polizia schierata, i feriti, la confusione, siano proprio causati dalle solite provocazioni antifasciste dei simpaticissimi centri sociali? Mah.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *