CasaPound addolcisce la Pasqua dei meno fortunati.

Di Chiara Soldani

“Fate del bene a quanti più potete, e vi seguirà tanto più spesso d’incontrare dei visi che vi mettano allegria”, scriveva Manzoni. Ed il sorriso, sul volto di un bambino che già conosce le brutture ed ingiustizie della vita, non è solo allegria. Ma amore, speranza: gioia nel presente, dono del futuro.

I reparti di pediatria ospitano, purtroppo, tanti piccoli pazienti. Così come le case: dove i conti a fine a mese non tornano e, ancora bambini, già si conoscono stenti e sacrifici. Dove lo Stato manca, CasaPound c’è !

A poche ore dalla Pasqua, tante uova di cioccolato sono state consegnate nelle varie sedi: da Milano a Lecce, la “tartaruga frecciata” ha accorciato le distanze: tutti uniti e vicini, in nome della solidarietà.

Nella sede meneghina, le uova di Pasqua raccolte dai volontari de “La Salamandra” (nucleo di protezione civile di CPI), sono state donate ai piccoli pazienti, in diversi ospedali lombardi. Lo stesso a Terni: il Santa Maria, è stato benevolmente invaso da coloratissime uova pasquali. Parole di soddisfazione, quelle espresse dal Responsabile provinciale di CPI, Piergiorgio Bonomi: “Grazie al sostegno di iscritti e simpatizzanti, anche quest’anno abbiamo potuto regalare un sorriso ai bambini ricoverati nel reparto di pediatria. Il nostro impegno – conclude Bonomi – è di continuare ad aiutare il reparto di pediatria con ulteriori donazioni, soprattutto per venire incontro alle piccole esigenze quotidiane a cui la pediatria non riesce sempre ad ottemperare, soprattutto a seguito degli inesorabili tagli ai bilanci del sistema sanitario regionale”.

Anche a Sassari e Lecce, nella giornata di ieri, sono stati distribuiti dolci ed altri regali per i bimbi meno fortunati.

La generosità di CasaPound non è l’eccezione, ma la norma. Bellissima costante, tenace ed irrefrenabile: come il flusso di bene che genera. Là dove la vita è tanto amara, questa Pasqua sarà  più dolce: come sempre, grazie a CasaPound.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *