Matteo Salvini, l’uomo di un popolo

di Giuseppe D’Alessio.

A distanza di 5 settimane, “la guerra di trincea” tra il centro-destra guidato dalla Lega di Salvini e il Movimento 5 stelle, non sembra terminare.

Dopo che il leader della Lega ha saputo guidare e trattare gli incarichi per la Camera e il Senato, pare che la situazione non riesca a sbloccarsi totalmente. Certo, abbiamo finalmente un Presidente del Senato e un Presidente della Camera con i rispettivi vice, ma sembra che il continuo cambio di pensiero del movimento stia bloccando qualsiasi tipo di trattativa.

Come ben sappiamo, la nostra Nazione ha bisogno al più presto di un governo che sappia almeno attuare le riforme necessarie ed utili per il Paese e, ahimè, per l’Europa.

Il tempo passa, ma nessuno vede la cosiddetta “luce in fondo al tunnel”: molti hanno creduto in un governo Lega-5 stelle, altri hanno sperato in un governo completamente di centro-destra con l’appoggio di alcuni parlamentari del Pd, altri invece credono che ci possa essere un governo 5 stelle – PD senza Matteo Renzi. Insomma lo scenario è davvero complicato, questa volta nessuno riesce a trovare un pronostico, soprattutto con i continui cambi di pensiero e di rotta dei 5 stelle.

Il Pd e Forza Italia non sono di certo un esempio di coerenza, solo un uomo ha rispettato la propria linea politica e quello è Matteo Salvini.

Un leader sotto tutti i punti di vista, un uomo che ha fatto risorgere un partito cambiandolo in ogni ambito, facendolo diventare il partito guida del centro-destra. Ora non resta che concludere l’ultimo passaggio e rendere la Lega il partito leader assoluto nei prossimi decenni.

Da questa situazione, sicuramente la politica Italiana ha dimostrato di avere troppi e tanti problemi insormontabili, ma ha presentato al mondo forse un nuovo leader pronto a riportare la nazione dove merita e rappresentarla dignitosamente e orgogliosamente.

Persino chi non ha votato Lega e il centro-destra, ha ammesso che attualmente il miglior uomo che l’Italia possa offrire è il segretario leghista.

Lo stesso ragazzo che anni fa protestava con la camicia verde per la secessione della Padania, ed oggi si appresta a guidare una nazione intera dopo aver stravolto tutta la politica italiana, unendo un popolo da Aosta a Lampedusa. I tempi cambiano, gli uomini cambiano, ma soprattutto le idee. L’Italia ha bisogno di un governo stabile, ma soprattutto ha bisogno di Matteo Salvini. In bocca al lupo LEADER.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *