L’individuo e la società secondo un liberale

di Marco Di Lecce.

L’individuo e la società sono due temi molto importanti e “relativamente” collegati per un liberale.

La cultura politica liberale dà molto valore al singolo individuo, in quanto portatore di doti interiori uniche e irripetibili. I liberali ritengono che si debba contrastare e ridurre il più possibile le ingerenze del pubblico nei confronti del singolo individuo: la libertà dell’individuo è un punto cardine.

Tuttavia, l’analisi del pensiero liberale non si ferma al singolo individuo. Infatti, la persona esplica la sua natura in un contesto plurale, ovvero la società. Per i liberali, infatti, la società non è altro che l’insieme di tanti individui, che dovrebbero cooperare tra di loro per raggiungere i propri bisogni individuali. Purtroppo, spesso capita che l’interazione intersoggettiva tra gli individui porti ad un impoverimento reciproco e ad uno svilimento delle proprie potenzialità. Ciò avviene quando una persona cerchi di sovrastare un’altra, condizionandola, in negativo ovviamente.

L’Italia è un esempio molto calzante: troppe risorse umane vengono bruciate a causa di logiche sociali involutive. Un liberale ha il dovere di cogliere i bisogni e le qualità degli altri e, attraverso la spontanea cooperazione, aiutarli a manifestare le proprie doti; soltanto così la società può funzionare. Ovviamente, tale esercizio è innanzitutto interiore, occorrono grande disponibilità ad immedesimarsi nell’altro e tanta tolleranza.

Purtroppo invece nella nostra società predominano gli egoismi e i tentativi di prevalere, imponendo la propria idea, senza né ascoltare né tentare di trovare nell’altro un punto in comune su cui partire per costruire legami intersoggettivi positivi.

All’inizio ho detto che individuo e società sono concetti relativamente collegabili; infatti, non devono essere per forza uniti. Se un individuo viene danneggiato dall’intersoggettivizzazione (per tantissimi motivi differenti), ha il dovere, per salvaguardare se stesso, di invertire la sua proiezione verso la società e focalizzarsi su se stesso, al fine di raggiungere lo stesso risultato, faro della cultura liberale, ovvero il miglioramento della propria individualità.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *