Pechino definisce ipocrita il G7 sul Mar Cinese Meridionale e su altri temi

di Francesco Cirillo

Lo scorso 26 aprile il G7 ha fatto uscire un comunicato congiunto in cui ammoniva la Cina sulla situazione nel Mar Cinese Meridionale e sulla situazione dei diritti umani nella stessa Repubblica Popolare Cinese. Pechino non ha voluto commentare direttamente ma il People’s Daily Online, quotidiano filo-governativo cinese, ha pubblicato un pezzo che definisce il G7 ipocrita dopo quel comunicato.

Il giornale cinese fa notare che Pechino sta sviluppando tavoli per coordinare la cooperazione regionale e risolvere le controversie con i paesi che si affacciano sul Mar Cinese Meridionale e su quello orientale dialogando con tutti i paesi in questione come il Vietnam, le Filippine e la Malesia.

Secondo il giornale di Pechino molti paesi hanno effettuato esercitazioni militari nelle acque del Mar Cinese Meridionale denominandole “libertà di navigazione”; questo ha fatto alzare la tensione nella regione rischiando di minacciare la stabilità regionale duramente raggiunta.

Sulla questione dei diritti umani, scrive il giornale People’s Daily, la Cina critica il continua atteggiamento ipocrita dei paesi del G7 che si atteggiano a Gendarmi dei diritti umani. Il giornale cinese scrive che questi paesi sono gli stessi in cui sono presenti problemi come la violazione dei diritti civili per alcuni cittadini, discriminazioni razziali e forti disuguaglianze sociali.

Per il giornale alcuni paesi del G7 non hanno nessun diritto di ammonire la Cina sul rispetto del Diritto internazionale; soprattutto dopo che alcuni di questi paesi, membri del G7, hanno effettuato un raid militare contro la Siria il 14 aprile scorso senza il permesso del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite.

Per la Cina gli atti militari unilaterali vanno contro la Carta delle Nazioni Unite e rischiano di peggiorare la situazione geopolitica siriana.

Pechino vede nel G7 un forum in cui migliorare le iniziative di macroeconomiche globali per cooperare a livello multilaterale con gli altri paesi lasciando fuori le questioni internazionali che non sono inerenti ai lavori del G7.

Infine il People’s Daily conclude chiedendo che i paesi del G7 abbiano rispetto degli sforzi che i paesi regionali dell’Asia, che si affacciano sul Mar Cinese Meridionale, e che vengano rispettati.

Riferimenti

http://en.people.cn/n3/2018/0428/c90000-9455031.html

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *