Pomeriggio 5: Salvini ospite della D’Urso. “Abbiamo lavorato per nulla.”

Di William Grandonico
Matteo Salvini segretario della Lega, ospite di Barbara D’urso.

Salvini: “ieri ero pronto a sedermi al ministero, ma qualcuno non ha voluto e ci ha obbligati a cancellare il nome di un celebre economista dalla nostra lista dei ministri”

Mattarella si è preso la responsabilità di cancellare un programma di governo a cui avevamo lavorato tantissimo.” – continua Salvini – “Abbiamo fatto altri nomi, e il problema era che nessun euroscettico avrebbe potuto fare il ministro dell’economia.”

In Europa hanno bisogno di un’Italia di serie B. Le potenze economiche vogliono una nazione che faccia il loro lavoro e che screditi il lavoro delle proprie persone, dei propri cittadini.

Salvini: “sono deluso e amareggiato” 

Si discute anche molto sul tema del lavoro, famiglia, tasse e giustizia. Salvini ammette che il lavoro fatto in questi giorni, non andrà gettato nel cestino e non da nessuna certezza per una coalizione futura con il centrodestra.

Su Forza Italia: “In queste settimane ho letto di tutto, i miei alleati mi hanno infangato in questi giorni” – continua – “non rinuncio alla mia dignità.” Conclude Salvini. Con questa affermazione il leader della Lega mette in discussione la futura coalizione di centrodestra.

“Bisogna cambiare le regole europee e i trattati, se Forza Italia mi da una mano a cambiare anche la legge Fornero, allora va bene stare insieme. Il centrodestra esiste se la situazione è quella di un cambiamento” afferma Matteo Salvini.

Sull’idea della tattica della Lega per incrementare i consensi.

“Se avessi fatto il mio interesse e della Lega, avrei fatto saltare tutto subito. A oggi la Lega ha delle percentuali stratosferiche.” – afferma Salvini – Ci hanno detto che non può fare il ministro dell’economia in Italia se è quello che ha voglia di cambiare le regole.” Conclude Matteo Salvini.

Salvini: “Ci hanno bocciato l’idea e così non si potrà fare nulla. Mattarella ci rivedremo a Settembre.”

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *