Elisabetta Trenta alla Difesa: l’apparenza inganna?

di Francesco Cirillo.

Dopo quasi due mesi di stallo politico il governo Lega-M5S giurerà alle 16 di oggi, 1° Giugno. Tra i diversi nomi sorprende anche il nome di Elisabetta Trenta ministro della Difesa di questo esecutivo a guida Giuseppe Conte, presentato dallo stesso Luigi Di Maio il 2 Marzo del 2018.

Capitano della riserva selezionata dell’Esercito Italiano, classe 1967, nata a Velletri, diplomatasi al Liceo Ginnasio Statale “A. Mancinelli” di Velletri, laureatasi in Scienze Politiche indirizzo economico alla Sapienza, possiede due master in Cooperazione Internazionale e in Intelligence e sicurezza ed è Docente alla Link Campus University di Roma, dove è responsabile dei progetti speciali; vice direttore e coordinatrice dei master di intelligence e di sicurezza.

La Trenta ha servito in Iraq come political advisor per il Ministero degli Esteri dal 2005 al 2006 e nel 2009 in Libano come Country advisor per il dicastero della Difesa sotto l’egida della Missione ONU UNIFIL.

Giornalista Pubblicista dal 1991, la Trenta collabora come analista per il Centro Militare di Studi Strategici (Cemiss) con cui ha pubblicato nel settembre del 2017 un paper dedicato all’analisi approfondita sulla Guerra di Procura. Chi pensa che sia stata messa per rispettare il Politically correct o chi la definisce “quella che porterà tagli nel comparto della difesa” dico di aspettare qualche mese prima di giudicare, perché sì, è dei pentastellati (disprezzati come grillini), però chi la accusa, forse, non ha voluto analizzare o fare una ricerca approfondita.

Durante la presentazione del 2 Marzo ha affermato di voler portare nel panorama politico i valori della competenza, l’attenzione ai temi della sicurezza e la valorizzazione del prestigio internazionale dell’Italia. La Trenta ha dichiarato che punta ad investire nelle risorse umane e nel comparto tecnologico per migliorare ulteriormente le Forze Armate Italiane nel contrastare le nuove minacce che non sono soltanto il terrorismo ma anche dai Cyberattacchi che ad oggi rappresentano, per il nuovo Ministro della Difesa, le minacce del futuro.


Fonti e riferimenti:

Curriculum Vitae (Da Difesa.it)

ricerca della Trenta sulla Proxy War (Guerra di Procura)

http://formiche.net/gallerie/elisabetta-trenta-ministro-della-difesa-le-foto/

http://master.unilink.it/le-guerre-procura-la-ricerca-elisabetta-trenta-vicedirettore-del-master-intelligence-sicurezza-pubblicata-dal-ce-mi-s-s/

http://www.repubblica.it/politica/2018/05/31/news/elisabetta_trenta_difesa_governo_conte-197374627/

https://www.difesa.it/SMD_/CASD/IM/CeMiSS/DocumentiVis/Rcerche_da_pubblicare/Ricerche_2017/Ricerca_Trenta_rid.pdf#search=Elisabetta%20Trenta

https://www.difesa.it/Amministrazionetrasparente/SMD/Pagine/consulenti_collaboratori_2017.aspx

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *