Per Pamela non c’è pace

di Chiara Soldani.

Non c’è pace per Pamela, per la sua coraggiosa mamma, per i difensori di quella “giustizia” che mai è “uguale per tutti”. Oggi, l’ennesimo colpo. L’ennesima violenza, verso quella ragazza uccisa e smembrata: come carne da macello.

Il Gip di Macerata ,Giovanni Maria Manzoni, ha scarcerato formalmente gli indagati Lucky Awelima e Desmond Lucky: disponendo la remissione in libertà per i reati di omicidio, vilipendio, distruzione e occultamento di cadavere. Confermando “solo” la custodia cautelare per spaccio di eroina. I due nigeriani, di fatto, rimangono indagati (con la misura più pesantemente afflittiva) per il concorso in detenzione a fine di spaccio di sostanze stupefacenti.

Un esempio pessimo, una decisione deplorevole, una rabbia senza eguali. La povera Pamela non trova metaforico riposo, neppure dopo il recente funerale. Sempre presenti, sul  “campo di battaglia”, i militanti di CasaPound: in molti, mobilitatisi con striscioni inneggianti “Giustizia per Pamela”. In un mondo che gira in direzione sempre avversa, CasaPound si schiera: dalla parte dei più giusti.

 

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *