Quanto ci costa il Quirinale?

di Paolo Muttoni.

Articolo 87 della Costituzione Italiana : “Il Presidente della Repubblica è il capo dello Stato e rappresenta l’unità nazionale. Può inviare messaggi alle Camere. Indice le elezioni delle nuove Camere e ne fissa la prima riunione. Autorizza la presentazione alle Camere dei disegni di legge di iniziativa del Governo. Promulga le leggi ed emana i decreti aventi valore di legge e i regolamenti. Indice il referendum popolare nei casi previsti dalla Costituzione. Nomina, nei casi indicati dalla legge, i funzionari dello Stato. Accredita e riceve i rappresentanti diplomatici, ratifica i trattati internazionali, previa, quando occorra, l’autorizzazione delle Camere. Ha il comando delle Forze armate, presiede il Consiglio supremo di difesa costituito secondo la legge, dichiara lo stato di guerra deliberato dalle Camere. Presiede il Consiglio superiore della magistratura. Può concedere grazia e commutare le pene. Conferisce le onorificenze della Repubblica.”

Fin dal mio primo articolo in gennaio 2018 (http://giovaniadestra.it/2018/01/09/presidenzialismo-in-italia/) ho sempre detto, e sempre ribadirò l’inutilità della figura del presidente della repubblica (in minuscolo non per errore) cosi come è stato concepito nel 1948. Per le ragioni leggere l’articolo del link.

Oggi voglio andare oltre e cominciare una serie di 3 articoli in cui, dati alla mano, voglio far vedere che non solo porterà un benessere politico il presidenzialismo, ma anche un notevole risparmio economico .

(Prima però una promessa è doverosa, lungi da me fare il grillino e dire “Tagliamo di qua, tagliamo di là i soldi ai politici”. No, anzi io dare più soldi a quei parlamentari che lo meritano e che producono, a quegli amministratori locali e regionali che si fanno il mazzo dalla mattina alla sera per un misero stipendio)

Entriamo nel dettaglio. Nei mesi scorsi è stato pubblicato sul sito del Quirinale il bilancio di previsione 2018 dell’ente pubblico “Quirinale”. Oltre a notare un notevole avanzo, saltano subito all’occhio numerosi particolari.

Il Presidente della Repubblica è trattato come un Re, non intendo come fine politico, ma proprio in modo storico. Mi spiego meglio: durante la monarchia (1861-1948) lo stato elargiva al Re una “Dotazione” annuale in lire alla casa reale, che aveva sede proprio al Quirinale, che poi la gestiva come meglio credeva, ovviamente i reali avevano anche proprie fonti di entrata derivanti dal loro grande patrimonio immobiliare. Però presto detto anche nella repubblica succede lo stesso, un uomo non eletto in maniera diretta che sta al quirinale, e che lo stato annualmente paga “profumatamente” (quantomeno il Re aveva un diritto divino di successione).

Dal bilancio del 2018 si nota come lo Stato Italiano ogni anno versa 224 milioni euro (per intenderci, Salvini ha stanziato 100 milioni in manovra per assumere 10.000 poliziotti in più), a cui dobbiamo aggiungere 475 mila euro di contributo da parte del Ministero dell’Ambiente per la villa di Castelporziano.  

La cifra è irrisoria va detto, però circa 225 milioni sono sempre bei soldi , diciamo anche che il problema in sé non è il quirinale che costa cosi tanto, è che ci sono numerosi enti uguali fra loro che costano allo stesso modo.

Mi spiego, in un’ottica di presidenzialismo, i costi di Palazzo Chigi (che analizzerò in un prossimo articolo) ed il Quirinale sarebbero ”annullati” tra loro, perché il primo palazzo andrebbe eliminato come costo dato che si elimina la presidenza del consiglio, mentre il secondo rimarrebbe cosi, quindi un notevole risparmio.

In conclusione ho provato a fare un confronto tra il palazzo presidenziale americano e quello del Quirinale. Cioè tra il palazzo più importante del mondo, di una superpotenza,  ed il piccolo palazzo di una Repubblica parlamentare. Ed i risultati dimostrano perché gli USA sono una superpotenza, e noi siamo ancora a fare progetti per il ponte di Messina.


Fonti :

https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/04/21/quirinale-con-765-dipendenti-doppia-la-casa-bianca-funzionari-del-colle-prendono-piu-dei-consiglieri-di-trump/4306299/

https://www.quirinale.it/page/bilancio

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *