Ather Capelli – La vita e gli scritti –

Recensione di William Grandonico

Un libro di Luca Bonanno che si apre con la prefazione tecnica e approfondita di Michele Tosca. Un libro che ci porta passo per passo alla scoperta di ciò che era e ciò che è stato il “giornalista nero” Ather Capelli. Ather, il fascista buono, l’uomo amato e rispettato da tutti, soprattutto dal Duce, Benito Mussolini.

“Ho conosciuto il dolore nella più tenera infanzia. E’ stato il mio buon amico, il mio compagno per anni ed anni e alla scuola sono cresciuto. A vent’anni ho scelto una compagna buona e affettuosa. Ho lottato a sangue per fare il giornalista e ci sono riuscito da solo, sfondando muraglie della Cina e torri d’avorio che tu non immagini neanche (…). A diciotto anni legnavo per le piazze; non ho mancato una spedizione; ho fatto lo squadrista, rovinando me e mio padre, che allora dipendevamo da un amministrazione comunale. Benefici e ricompense, zero. Ma i dettagli non contano. Le grandi linee della vita sono quelle che valgono e se i miei anni non sono molti, li ho intensamente vissuti. Guerra d’Africa. Entusiasmo incandescente. Partenza. Lotta. Ferita. Ospedaletto. Ritorno. Lunga convalescenza. Guarigione. Ma impossibilità a ritornare in guerra. Penso a coloro che scrivono i loro fulgidi nomi nei cieli, sui mari, nel deserto e soffro di questo mio stato tremendamente”.

Un libro che ripercorre la vita del grande Ather Capelli, giornalista e direttore de la “Gazzetta del Popolo”. Assassinato brutalmente davanti la porta di casa il 31 Marzo 1944 con alcuni colpi di pistola da un comunista torinese. Si chiudeva il mese di Marzo, un mese denso di lotte contro i fascisti e che si sarebbe dovuto chiudere con un gesto importante, con l’uccisione di un famoso gerarca fascista, un uomo buono, serio e rispettato da tutti, con la sola colpa di essere un fascista, orgogliosamente fascista.

I libro, segna passo per passo la vita dell’ex direttore e giornalista, dalla nascita alla marcia su Roma, dalla guerra d’Africa alla volontà di aderire come volontario alla seconda guerra mondiale, dallo squadrismo all’amore per la patria e per la sua famiglia. Il libro scritto da Luca Bonanno raccoglie anche gli scritti di Ather Capelli e una serie di poesie.

Un libro scritto in modo dettagliato, profondo e tutto chiaramente documentato.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *