Farage e la Brexit

di Leandro Castelli.

Il 15 gennaio il Westminster ha bocciato l’accordo tra l’Unione Europea e Theresa May, mettendo in bilico sia il governo attuale e sia l’uscita della Gran Bretagna dall’Unione Europea. Nella giornata odierna il Parlamento inglese voterà la sfiducia all’attuale Premier e con lei, probabilmente, si porrà fine alla sua rilevanza politica, dimostrandosi incapace di gestire una svolta storica.Adesso gli scenari sono tre:

  1. Uscita senza accordo, quindi un No deal e Brexit dura e pura
  2. La Gran Bretagna rimane nell’UE
  3. Brexit rimandata in attesa di un nuovo accordo o di un nuovo referendum

Mr. Brexit Farage ha dichiarato che secondo lui ci dovrebbe essere un uscita senza accordo e di tornare una nazione indipendente, ma, secondo l’eurodeputato, si temporeggerà per prolungare i negoziati e si arriverà ad un nuovo referendum. Sempre secondo Nigel Farage, in caso di un nuovo referendum, il Leave vincerebbe con una maggioranza ancora più forte. Infine dice “La verità è che un’autentica Brexit sarebbe un esempio per il resto dell’Europa, per tornare a un continente di stati liberi e indipendenti.”Parole molto forti da parte del massimo esponente della campagna elettorale per il “Leave“, che si mostra sicuro, in caso di un nuovo referendum, della vittoria e soprattutto, in caso concreto di uscita, che la Gran Bretagna porterà solo eventi positivi per un’Europa di stati liberi e indipendenti.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *