Regionali Abruzzo. La Lega sul territorio e nei paesi

Si parte per le elezioni regionali.

Abruzzo: via alla campagna elettorale, Vincenzo D’Incecco e Carla Ricci incontrano i cittadini Roscianesi.

Di William Grandonico

Si comincia a respirare un’aria diversa nei territori che compongono la regione Abruzzo. La campagna elettorale per le elezioni regionali 2019, è partita. Approda anche a Rosciano la nave della Lega, e lo fa con i due candidati, Vincenzo D’Incecco e Carla Ricci, ospitati a Villa Oliveti il 27 Gennaio.

In occasione della cena che ha visto ospiti più di settanta persone, i due candidati hanno spiegato le ragioni che li hanno spinti a mettersi in gioco. Da una parte D’Incecco, con oltre 10 anni di esperienza al comune di Pescara e 5 anni in provincia di Pescara e dall’altra, la Ricci, sposata con l’attuale sindaco di Pianella e imprenditrice. “La voglia di cambiamento e la volontà della Lega, di costruire una nuova classe dirigente, mi hanno spinta a candidarmi” afferma Carla Ricci. Continua: “Sono una mamma e una donna che da sempre ha lavorato, al di fuori degli schemi politici, ma da sempre appassionata, sogno una regione nuova, una regione che sfrutti le sue potenzialità e che possa tornare ad attrarre industrie e creare lavoro.” Carla Ricci ha anche spiegato le modalità di voto che permettono il voto doppio, ma solo ed esclusivamente donna – uomo, ma dello stesso partito . Per questo motivo, D’Incecco e Ricci hanno deciso di fare campagna elettorale insieme.

L’intervento di D’Incecco ha invece evidenziato la necessità di ritrovare un collegamento tra le comunità locali, piccole e medio-piccole, con le istituzioni regionali. “La nostra regione ha bisogno di sponsorizzare tutto ciò che può mettere a disposizione per attrarre turisti e investitori. Il turismo è la nostra arma per diventare ancora più forti e creare ricchezza. Siamo la regione che in quaranta minuti ti fa passare dal mare alla montagna, la regione che ti permette di sciare ammirando il mare, siamo la terra del buon cibo e dell’ottimo vino. L’esigenza della politica è quella di sponsorizzare il brand abruzzese, farci conoscere in Europa e nel mondo.” Ancora, evidenziando il passato: “non lasciamo di nuovo la regione a chi in questi anni ha deciso di distruggerla, a chi ha deciso di giocare con il futuro della nostra terra e a chi ha promesso, ma non ha portato a casa nessun risultato. I nostri punti fermi sono il lavoro, la sanità, il territorio e il turismo, poche promesse, ma tanti obiettivi da raggiungere con tanto lavoro e voglia di fare.” Conclude Vincenzo D’Incecco.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *