Qualcuno era di destra…

di Manuel Berardinucci

Qualcuno era di destra perché era nato in Italia
Qualcuno era di destra perché il nonno, lo zio, il papà, … La mamma no.
Qualcuno era di destra perché vedeva Dio come una promessa, 
la Patria come una poesia, la Famiglia come il paradiso terrestre.
Qualcuno era di destra perché si sentiva solo.
Qualcuno era di destra perché aveva avuto un’educazione politicamente corretta.
Qualcuno era di destra perché il cinema lo demonizzava, il teatro lo demonizzava, la pittura lo demonizzava, la letteratura anche: lo demonizzavano tutti.
Qualcuno era di destra perché glielo avevano detto.
Qualcuno era di destra perché non gli avevano detto tutto.
Qualcuno era di destra perché Almirante era una brava persona.
Qualcuno era di destra perché Andreotti non era una brava persona…
Qualcuno era di destra perché non era ricco, ma non provava invidia sociale…
Qualcuno era di destra perché beveva il vino e si commuoveva alle feste popolari.
Qualcuno era di destra perché voleva meno tasse.
Qualcuno era di destra perché la reazione?… oggi, no. Domani, forse. Ma dopodomani, sicuramente!
Qualcuno era di destra perché… “Prima gli italiani! Aiutiamoli a casa loro, cazzo!”…
Qualcuno era di destra per fare rabbia a suo padre.
Qualcuno era di destra perché non guardava RAI3.
Qualcuno era di destra per moda, qualcuno per principio, qualcuno per frustrazione.
Qualcuno era di destra perché voleva nazionalizzare tutto!
Qualcuno era di destra perché conosceva gli impiegati statali, parastatali e affini…
Qualcuno era di destra perché era convinto di avere dietro di sè il popolo italiano.
Qualcuno era di destra perché era più a destra degli altri.

Qualcuno era di destra perché non c’era niente di meglio.
Qualcuno era di destra perché non ne poteva più di settant’anni di governi democristiani, moderati, europeisti,progressisti, incapaci e mafiosi.
Qualcuno era di destra perché Sergio Ramelli, il rogo di Primavalle, Falvella, eccetera, eccetera, eccetera!…
Qualcuno era di destra perché chi era contro, era di destra!
Qualcuno era di destra perché non sopportava più quella cosa sporca che ci ostiniamo a chiamare progresso!
Qualcuno, qualcuno credeva di essere di destra, e forse era qualcos’altro.
Qualcuno era di destra perché sognava una libertà diversa da quella americana.
Qualcuno era di destra perché credeva di poter essere vivo e felice solo se lo erano anche gli altri.
Qualcuno era di destra perché aveva bisogno di una spinta verso qualcosa di antico e sacro, perché sentiva la necessità di una morale diversa.
Qualcuno era di destra, perché si sentiva, si sente e si sentirà, sentinella di una fortezza abbandonata, Patriota di una Patria che non riconosce più. Perché il suo slancio ideale, esula il presente, il contingente, il qui ed ora. E’ intimamente primordiale e ancestrale. Guarda al cielo, etereo e immutabile.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *