Intervista all’onorevole Federico Mollicone di Fratelli d’Italia

Di Albrizio Fedele

Buongiorno Onorevole, si presenti pure.

Un saluto a Giovani A Destra. Sono Federico Mollicone, classe ’70 e deputato di Fratelli d’Italia.


Quando ha iniziato ad esercitare attività politica?

io faccio politica da circa anni 33 anni, ossia da quando ho 15 anni. In quel periodo frequento il liceo scientifico Cavour nel centro storico di Roma e mi sono interfacciato con colle oppio storica sede del il MSI, situata in un rudere nell’omonimo parco della capitale.

Quali sono stati i suoi primi incarichi?


Dal 1987 al 1990 sono stato consigliere d’istituto;responsabile studentesco di fare fronte dal 1990 e nel frattempo vengo rieletto nei consigli municipali a Roma più di una volta. Dal 2008 al 2013 ho ricoperto la presidenza della commissione cultura e sport di Roma capitale.

Come mai ha deciso di schierarsi a destra?

La mia passione per la destra è nata in parte per tradizione familiare ed in parte per adesione personale.

Come ha vissuto l’esperienza della svolta di Fiuggi ?

Sono stato uno tra i primi promotori della capitale per la svolta di Fiuggi che abbiamo anticipato vincendo per la prima volta nelle scuole di Roma nel 1993.

Come giudica l’esperienza di Alleanza Nazionale?

Posso affermare che è stata una bellissima esperienza anche per la capacità di aggregare gente proveniente dalla società civile. L’errore è stato confluire all’interno del Popolo della libertà perché siamo diventati ostaggio del cerchio magico di Berlusconi.

L’esperienza di Fratelli d’Italia dalle origini ad oggi.

Nel dicembre 2012 dopo essere usciti dal Pdl in disaccordo con molte scelte del partito, insieme a Giorgia Meloni;Fabio Rampelli;Guido Crosetto;Ignazio la Russa e Marco Marsilio abbiamo fondato Fratelli d’Italia per riprendere in mano la bandiera della destra Italiana. L’evento più rilevante di questi 6 anni sono state le elezioni politiche del 4 marzo 2018 che hanno portato in dote A Fratelli d’Italia 32 deputati(tra cui il sottoscritto) e 18 senatori. Tra i traguardi istituzionali raggiunti voglio sottolineare l’elezione dell’onorevole Fabio Rampelli a vice-presidente dell’assemblea di Montecitorio e la vittoria del centro destra alle regionali in Abruzzo del febbraio scorso, ove è stato eletto presidente Marco Marsilio con cui ho condiviso la militanza politica sin dal liceo.

Come è il suo rapporto con gli avversari politici?

Io ho un rapporto molto positivo con i miei avversari politici poiché credo che la politica debba insegnare il rispetto per l’avversario e il cercare di fare sintesi nell’interesse generale.

In conclusione, che cosa pensa delle imminenti elezioni europee del 26 maggio?

Le imminenti elezioni europee saranno una sfida molto impegnativa ed allo stesso tempo avvincente, sperando di portare un importante pattuglia al parlamento europeo, visto che oltre la crescita che si è verificata nelle elezioni regionali in Sardegna ;Abruzzo e Basilicata, oggi nei sondaggi ci attestiamo circa al 6% dei consensi il che fa molto ben sperare.

Grazie dell’intervista On.Mollicone ed in bocca al lupo.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *