Giovani A Destra con Wanted Cinema: “The Brink” in sala e dibattito

Steve Bannon, ideologo della destra nazionalista in questi giorni in Italia:
a un mese dall’uscita del film su di lui, la caccia ai voti alle prossime elezioni europee è in pieno svolgimento



“The Brink – Sull’orlo dell’abisso”


il film sull’ex stratega della Casa Bianca e anima del neo populismo, nei cinema dal 29 aprile
In Italia il documentario sarà distribuito da Wanted Cinema e Feltrinelli Real Cinema e sarà presentato, il 10 aprile, in anteprima nazionale, alla 12/ma edizione del festival Le Voci dell’Inchiesta – Pordenone Docs Fest
A Milano il 12 aprile in collaborazione con Fondazione Feltrinelli nell’ambito di What is Left / What is Right

Milano, 22 marzo – “The Brink – Sull’orlo dell’abisso”, il documentario diretto dalla regista Alison Klayman – già autrice di “Ai Weiwei: Never Sorry” – che ha seguito per più di un anno Steve Bannon, ex stratega e uomo chiave di Donald Trump, arriva nelle sale italiane il 29 aprile con Wanted Cinema e Feltrinelli Real Cinema.
Il documentario, accompagnato dalla regista, sarà presentato in anteprima nazionale alla 12/ma edizione del festival Le Voci dell’Inchiesta – Pordenone Docs Fest che dal 10 al 14 aprile porterà a Cinemazero di Pordenone il meglio del cinema del reale, e a seguire, venerdì 12 aprile, alle 18.30 in viale Pasubio 5, l’anteprima milanese in collaborazione con Fondazione Giangiacomo Feltrinelli. La proiezione, nell’ambito di What is Left / What is Right, ciclo di incontri dedicato alla ridefinizione delle categorie politiche, in vista delle elezioni europee 2019, verrà introdotta da un dialogo, insieme alla regista, sul fenomeno della “destra alternativa” in America e in Europa.
“The Brink – Sull’orlo dell’abisso”, prodotto da Marie Therese Guirgis, ex collaboratrice di Bannon, presentato allo scorso Sundance Film Festival, segue l’ex stratega dal suo allontanamento dalla Casa Bianca fino al termine della sua campagna itinerante tra U.S.A ed Europa, e fa luce sui suoi sforzi per dare vita a The Movement, l’organizzazione creata per promuovere una politica sovranista e populista nel Vecchio e Nuovo Continente, al fine di unificare i partiti di estrema destra.
Bannon, che proprio in questi giorni in Italia è al centro delle polemiche e delle proteste #BannOff per la trasformazione dell’antica Abbazia di Trisulti, nel Lazio, in un incubatore per futuri sovranisti europei, farà visita al nostro Paese – da lui considerato luogo nevralgico del neo populismo europeo – a fine marzo, in vista delle elezioni europee di maggio 2019.
Quando Steve Bannon lasciò la sua posizione di capo stratega della Casa Bianca meno di una settimana dopo lo “Unite the Right Rally” (noto anche come disordini di Charlottesville, manifestazione organizzata dai suprematisti bianchi nell’agosto 2017), era già una figura ben nota nella cerchia ristretta di Donald Trump per aver portato un’ideologia di estrema destra nelle più alte sfere della politica americana. Non vincolato da un incarico ufficiale – anche se alcuni dicono che abbia ancora una linea diretta con la Casa Bianca – si è sentito libero di utilizzare la sua influenza per trasformare il suo controverso movimento nazionalista in un movimento globale. The Brink segue Bannon attraverso le elezioni di medio termine del 2018 negli Stati Uniti e fa luce sui suoi sforzi per mobilitare e unificare i partiti di estrema destra per ottenere seggi nelle elezioni europee di maggio 2019. Per conservare il suo potere e la sua influenza, l’ex banchiere di Goldman Sachs nonché investitore nel settore dei media (è stato fondatore della società Bannon & Company ed ex direttore di Breitbart News), reinventa così se stesso per l’ennesima volta, in questa circostanza come leader auto-nominato di un movimento populista globale. Manipolatore acuto della stampa e formidabile promotore di se stesso, Bannon continua a riempire le pagine dei giornali e scatena proteste ovunque vada, alimentando il potente mito su cui si basa la sua sopravvivenza.
Vedevo Steve dipinto come un genio del male, una mente magistrale, il cervello di Trump – ha spiegato la produttrice Guirgis – Gli era stato dato troppo credito e stava usando quell’immagine come strumento per mantenere e accrescere il suo potere, anche dopo essere stato allontanato dalla Casa Bianca. Steve non ha mai cambiato il modo di operare: è sempre stato un venditore. È un banchiere d’investimento. È sempre stato fermamente guidato dall’interesse personale e ha sempre utilizzato la sua forte personalità in situazioni che gli arrecassero vantaggio. Sapevo che Bannon aveva ottenuto un così grande potere proprio per l’attenzione e l’importanza che i media gli avevano riservato. Trovavo tutto ciò frustrante ed è per questo che ho voluto fare un documentario su di lui. Non solo perché avevo facile accesso alla sua persona, ma perché sentivo che il mondo non vedeva cose molto importanti su di lui e su persone come lui. Ho pensato che seguendolo per un lungo periodo di tempo avremmo potuto smascherarlo e che questo sarebbe stato un lavoro prezioso.

WANTED CINEMA
è una società di distribuzione fondata nel 2014, che nel giro di pochi anni è diventata un punto di riferimento nel mercato cinematografico italiano, proponendosi con una linea editoriale molto chiara: un cinema di ricerca e “ricercato”, per un pubblico che si aspetta non soltanto divertimento, ma anche pensiero, stimolo, dibattito, sorpresa, approfondimento. Un catalogo di oltre 70 titoli, tra film e documentari, vincitori nei principali festival nazionali e internazionali: premi del pubblico, della critica e con ottimi riscontri al Box Office. Tra questi: Il giovane Karl Marx, Lucky, David Lynch. The art of life, I am not your negro. Nel 2016 partecipa a un bando di crowd-funding del Comune di Milano e viene scelta tra le realtà meritevoli di essere supportate: la campagna è vincente e vede la nascita del CineWanted, realtà finalizzata a promuovere un’idea di cinema nuovo e socialmente impegnato. Nel gennaio 2018 inaugura il nuovo progetto Wanted Clan, nato dall’esigenza di reinventare la sala cinematografica tradizionalmente intesa proponendo uno spazio all’insegna dell’innovazione artistica e della sperimentazione mediale.Tutti i nostri titoli: wantedcinema.eu/catalogo

FELTRINELLI REAL CINEMA
Feltrinelli Real Cinema è una sigla editoriale della casa editrice Feltrinelli che opera nel mercato cinematografico. Nata il 21 ottobre 2004 con la pubblicazione in homevideo di  “Fahrenheit 9/11” di Michael Moore, negli anni ha acquisito, distribuito e pubblicato grandi, importanti film, selezionati presso i più prestigiosi festival internazionali. Film che hanno spesso acceso il dibattito pubblico internazionale su temi di grande rilevanza. Da “Salvador Allende” di Patricio Guzmann,  a “The corporation” di Marc Achbar, fino ai premi Oscar “Man On Wire” e “The Cove” e oggi “I m not your Negro” di Raoul Peck. Una collezione di oltre 70 titoli che racconta la nostra storia.

LE VOCI DELL’INCHIESTA 2019
Il festival di Cinemazero dedicato al cinema del reale in programma dal 10 al 14 aprile 2019 festeggia quest’anno la sua XII edizione con cinque giorni di documentari nazionali e internazionali pluripremiati nei migliori festival del settore, panel interdisciplinari, ospiti d’eccezione, prestigiose anteprime nazionali. Quattro sezioni tematiche per allargare lo sguardo al mondo di oggi: Per un’idea di democrazia che guardi alle esperienze oltre confine e ci aiuti ad aggiornare ed esercitare, oggi più che mai, il nostro spirito democratico. Questi nostri fantasmi per individuare un antidoto alla rimozione del passato. Prove pratiche di accoglienza per raccontare la forza dirompente di esperienze “invisibili” di integrazione. Gillo Pontecorvo, il centenario, ricordando la carriera documentaristica di un cineasta di rara statura artistica.

Ufficio stampa Lo Scrittoio // Wanted Cinema
Via Crema, 32 – 20135 Milano Tel. +39 02 78622290-91; scrittoio.net
Bianca Badialetti +39 347 4305496 / + 39 348 8596789 pressoffice@scrittoio.net
ufficiostampa@scrittoio.net

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *