Un Caffè con… Francesco Lollobrigida

di Lorenzo Angelini

Per questa puntata di “Un Caffè con…” abbiamo il piacere di parlare con Francesco Lollobrigida; consigliere regionale nel 2006 ed assessore ai trasporti del Lazio, dal 2010 al 2013, nella giunta regionale di Renata Polverini. Partecipa alla fondazione del partito Fratelli d’Italia, partito della quale oggi è capogruppo alla Camera dei Deputati.

L: Onorevole, intanto la ringrazio per aver trovato del tempo per questa intervista.
F: Lo faccio con grande piacere, grazie a voi.

L: Lei è stato già consigliere regionale, assessore nella giunta regionale dal 2010 al 2013, oggi è capogruppo alla Camera dei Deputati, è un’ascesa particolarmente importante, cosa si aspetta ancora dal suo futuro in politica?
F: La crescita personale diventa secondaria laddove non ci sia un progetto politico ambizioso e di continuità con la storia politica e partitica che mi onoro di portare avanti. Sono sicuramente entusiasta di poter ricoprire questo importante ruolo ma auspico per il futuro in una ulteriore crescita per Fratelli d’Italia al fine di onorare la storia politica che rappresenta.


L: Che consigli si sente di dare a chi fa politica nel mondo giovanile per riuscire a fare una strada come la sua?
F: Credo sia fondamentale intraprendere un percorso di militanza politica con l’idea di svolgere un servizio per la propria comunità e per la Patria. Se da questo approccio si coltiverà l’ambizione e la conoscenza per ricoprire incarichi istituzionali di vario livello, ben venga, ma questo deve essere il fine ultimo e non l’unico motivo che avvicina un giovane alla politica.

L: Ora parliamo un attimo dell’attività politica in Parlamento. In questa Legislatura Fratelli d’Italia appoggia il governo quando questo porta avanti battaglie del “centrodestra”, mentre invece pratica una forte opposizione quando lo stesso prende altre strade, ci può dire con quali iniziative si è trovato più in disaccordo finora?
F: Sicuramente sul Reddito di Cittadinanza abbiamo fatto una forte opposizione. Questo perché crediamo sia una misura assistenzialista che non crea lavoro e specula sulla povertà per ricevere un facile consenso politico. L’assistenza va riservata alle famiglie con bambini, ai nostri disabili, ai nostri anziani e a tutte quelle categorie che per diversi motivi non possono lavorare. Il governo deve creare opportunità di lavoro. Con il reddito di cittadinanza non viene abolita la povertà e non vengono aumentati i posti di lavoro. In estrema sintesi, il rdc è stata un’occasione persa per il rilancio della nazione.

L: Presto ci saranno le elezioni europee, un altro banco di prova particolarmente importante per il partito, cosa si aspetta da questa tornata elettorale?
F: Ci aspettiamo che la crescita di Fratelli d’Italia, registrata durante le ultime Elezioni Regionali, non si arresti e trovi nella prossima tornata elettorale, per il rinnovo del Parlamento Europeo, ulteriore momento di conferma. Se gli italiani dovessero esprimersi in tal senso, con una crescita esponenziale anche della Lega a danno dei 5 stelle, potremmo assistere ad una crisi di governo che difficilmente potrà essere sanata dalle frasi di circostanza che fino ad oggi abbiamo nostro malgrado dovuto ascoltare.


L: Alle elezioni europee del 2014 Fratelli d’Italia non riuscì a garantirsi nessun seggio, salvo ricevere adesione da due europarlamentari quasi a fine del mandato, questa volta il partito sembra poter essere la grande sorpresa. A parte il leader del partito Giorgia Meloni, come sono stati scelti i candidati che si giocheranno la possibilità di rappresentare l’Italia al Parlamento Europeo?
F: Sono convinto che non poteva essere scelta una squadra migliore da presentare agli elettori. Ci sono ottimi candidati nelle nostre liste che possono essere scelti accanto a Giorgia Meloni. Tra que- sti sicuramente spicca per conoscenza politica e capacità amministrativa, Nicola Procaccini. Da sindaco di Terracina ha risanato le casse del Comune e dato lustro alla cittadina, guadagnandosi la riconferma a primo cittadino anche nel 2016. Nelle prossime elezioni europee sarà sicuramente uno dei protagonisti che animerà la lista di Fratelli d’Italia nella circoscrizione del Centro Italia. Non solo ottimi amministratori, in lista con noi ci saranno anche importanti candidature dalla società civile. Ad esempio nella circoscrizione del Nord Ovest abbiamo il grande sociologo Francesco Alberoni che sono sicuro sarà un’importante valore aggiunto per il partito. Insomma, gli elettori possono essere tranquilli, Fratelli d’Italia è pronta ad andare in Europa e a cambiare tutto.

L: Che dire, chi vivrà vedrà. Onorevole, il tempo dell’intervista è terminato. Grazie ancora per il suo tempo.
F: Esatto, sono convinto che nei prossimi mesi ne vedremo delle belle. Grazie a voi e ai vostri lettori.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *