Aggressione al Cinema America: quando l’ignoranza si trasforma in caricatura

di Alessio Valente


In queste ore abbiamo appreso dalla cronaca, con grande dispiacere, dell’aggressione avvenuta ad alcuni ragazzi rei di aver indossato la maglietta del Cinema America.

Un’aggressione perpetrata da sedicenti neofascisti che però, forse, non hanno in realtà molta confidenza con la storia. Dovrebbero sapere infatti, che la cinematografia fu uno dei mondi in cui più si riversò l’interesse del regime. Dalla fondazione dell’Istituto Luce, che aveva più che altro scopi giornalistici e documentaristici, alla fondazione della Mostra del Cinema di Venezia, del Centro Sperimentale di Cinematografia e di Cinecittà, fino ad arrivare ai sussidi forniti alle case di produzione come Cines, Manenti e Titanus. Tutte realtà che ancora oggi rappresentano la linfa vitale del nostro cinema, che sta attraversando di nuovo una crisi, stavolta globale, simile a quella che diede impulso alle iniziative statali del regime. Ecco perché un pizzico di consapevolezza storica in più e di sensibilità intellettuale avrebbe permesso a quei ragazzi di rispettare, e perché no, magari di incontrare, i volontari del cinema America, che per amore della cinematografia versano il proprio sudore. Ovviamente vogliamo concludere con un augurio di pronta guarigione ai ragazzi aggrediti.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *