Non ce l’ha fatta il Sindaco Crestini, avrebbe compiuto 47 anni il 24 Giugno

Di William Grandonico e Nello Simonelli

È morto Emanuele Crestini, sindaco di Rocca di Papa, comune in provincia di Roma.
Dopo l’esplosione che ha visto coinvolta la casa comunale lo scorso 10 Giugno e le conseguenti ferite riportate, il Sindaco era stato trasportato d’urgenza in ospedale, aveva il 35% di ustioni sul corpo.

Come sono andate le cose

Era la mattina del 10 giugno, quando il palazzo comunale scoppiò per una fuga di gas, il sindaco di Rocca di Papa, Emanuele Crestini, era presente. Il primo cittadino, anziché essere scortato immediatamente fuori dal Palazzo di Città come l’etichetta impone, fu l’ultimo ad uscire dall’edificio in fiamme.

Sindaco di Rocca di Papa, Emanuele Crestini

Restò nel palazzo di città non per indecisione o perché paralizzato dal terrore delle fiamme, bensì per portare in salvo le persone intrappolate tra le macerie.

Quando lo hanno portato in ospedale, le sue condizioni sono apparse subito critiche: il suo corpo era ricoperto da ustioni gravissime, soprattutto su viso e mani.

Medaglia al Sindaco annuncia Salvini

Si è spento ieri nel locale nosocomio, all’ospedale Sant’Eugenio di Roma. “Doveroso premiarlo con la medaglia d’oro al valore civile” ha dichiarato il Ministro dell’Interno Matteo Salvini, “un pensiero commosso alla famiglia” conclude.

In un mondo dove spesso i primi cittadini sono anche prime donne, in un mondo dove spesso la politica viene apparentata al malaffare ed i politici osservano dall’alto in basso il comune cittadino, c’è solo da rendere un encomio postumo all’uomo che diventa eroe.

Sindaco Crestini, ONORE A LEI.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *