Caso Sea Watch 3. Salvini: i migranti vadano in Germania e Olanda

Di William Grandonico

Torna a far parlare di sè la problematica legata all’accoglienza dei migranti. L’ormai famosa Sea Watch 3, proprio oggi ha chiesto alla Corte di Strasburgo di inviare una “misura provvisoria” all’Italia per permettere lo sbarco dei migranti sullo stivale. Infatti, la Corte, in base al suo regolamento, può inviare una serie di misure urgenti, volte a evitare che vi siano violazioni dei diritti umani.

Arriva anche l’appello della commissione UE per sollecitare tutti i paesi comunitari a collaborare per la redistribuzione dei migranti sui propri territori. Il silenzio di Germania e Olanda, paesi che dovrebbero sentirsi responsabili, è assordante.

Anche Matteo Salvini torna a farsi sentire e afferma: “la nave è olandese e la ONG tedesca”, metà migranti ad Amsterdam e metà a Berlino”, facile, no?

Intanto da Torino arrivano proposte d’accoglienza “senza oneri per lo stato” da parte di Mons. Nosiglia.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *