In memoria di Franca Marino Buccellato

di Claudia Brugnone

A Marsala è morta la Destra, è morta la Storia, è morta la Politica. È morta una Donna che poco aveva a che fare con i valori di oggi, ma che aveva invece tanto da insegnarci sulla memoria di ieri.

Un passato tutto da raccontare, perchè Franca Marino Buccellato è stata una Donna d’altri tempi. Ed era davvero piacevole ascoltarla laddove l’ho conosciuta meglio, in quel comitato elettorale in vista delle elezioni regionali in Sicilia del 2017 . Era bello ascoltare le sue vicissitudini, con i miei tentativi di rintracciare un Passato che sapeva di nuovo e di diverso rispetto alla realtà politica che in quei giorni mi apprestavo a conoscere. Grazie anche a Franca Marino Buccellato ho appreso la Politica del coraggio, soprattutto quando mi raccontó del momento in cui le apparve una scritta alquanto intimidatoria sotto casa “Fascista devi morire”, in quell’Italia che già moriva nell’etica della democrazia, del rispetto e del confronto reciproco, ma che tuttavia non le permisero di scuotersi nemmeno per un istante. Nei tempi difficili della politica, lei c’era. Ce lo insegna la sua storia. C’è stata come dirigente dell’MSI, come Consigliere comunale a Marsala e Consigliere provinciale a Trapani, c’è stata come componente della Direzione nazionale e Vice Coordinatore nazionale dell’MSI, c’è stata ancora come deputato parlamentare nel 1994 con Alleanza Nazionale, nonostante un tentativo di accesso al Senato nel 1979. C’è stata con orgoglio fino alla fine, dal momento che, mai di spirito arrendevole, si schieró nella lista di ProgettiAmo Marsala, un movimento politico di natura civica che contribuí a costituire in vista delle amministrative del 2015 all’età di ben 84 anni.

L’On. Buccellato fu una delle prima donne a segnare la storia della politica italiana. Furono tanti i politici di rilievo con cui ebbe a che fare negli anni, e non ce ne fu nemmeno uno che non venne straordinariamente colpito dal suo impegno sociale. Ai suoi funerali, presente un grande uomo di alti valori che ebbe ampio modo di confrontarsi con lei nel tempo, un Presidente della Regione che se la contende con i più grandi Politici della Storia italiana: Nello Musumeci. Desidero concludere le memorie di Franca Marino Buccellato con l’estratto di una lettera, in particolare uno dei più bei discorsi che avrebbe dovuto tenere una persona a me tanto cara. Uno dei miei “papà” della politica, Enrico Russo. Un uomo che a descriverne le qualità non sarebbero sufficienti le parole. Lui, che ha appreso tanto da questa Donna, e che grazie a lei mi ha trasmesso una serie di valori ed intenzioni. Mi ha dato più del tempo che l’ha visto sfiorare intensamente la mia visione della Politica e della Vita.
“Zia Franca […] voglio sinceramente ringraziarti per tutti questi anni di battaglie politiche vissuti insieme, domani, e credo non sia poco, potró dire al mio (figlio) Andrea che già all’età sua avevo cominciato il mio cammino nella politica intesa come servizio, come Tu mi hai insegnato, e da uomo maturo, oggi posso dirgli con consapevolezza di non avere sprecato il mio tempo”.


20.06.2019: Ciao Franca!

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *