Tragedia a Roma, su Facebook il vergognoso messaggio di un’insegnante: «Uno di meno»

Dopo il tragico episodio costato la vita al vice brigadiere a Roma, un’insegnante pubblica sul suo profilo social il commento: .“Uno di meno, e chiaramente con uno sguardo poco intelligente, non ne sentiremo la mancanza”.
Paolo Tiramani (LEGA) e Cristina Patelli, membro della commissione Cultura, Scienza e IStruzione della Camera dei Deputati, dichiarano in una nota: «Un commento vergognoso e inqualificabile, a maggior ragione se davvero arriva da un’insegnante, come da informazioni presenti su Facebook. Presenterò immediatamente un’interrogazione al Ministero competente, affinché sia fatta chiarezza, e siano presi adeguati provvedimenti»

«La frase – spiegano Tiramani  e Patelli – è a commento di una foto del vicebrigadiere dei carabinieri Mario Cerciello Rega, vittima venerdì a Roma di un’aggressione mortale mentre svolgeva con scrupolo il proprio lavoro, a difesa della sicurezza dei cittadini. Un uomo che è morto da eroe, e che merita da un lato giustizia, dall’altro enorme rispetto, ammirazione e gratitudine da parte di tutti gli italiani perbene. Questa signora di Novara, pare anche docente di liceo, ha pubblicato un commento semplicemente folle, di cui come cittadina e come insegnante sarà chiamata a rispondere nelle sedi opportune».

Successivamente la donna in questione ha postato delle pubbliche scuse, ma questo non ha impedito fosse sommersa di critiche da parte di chi ha seguito la vicenda.

Il ministro della Pubblica Istruzione, Bussetti, dichiara:  «Viene segnalato sugli organi di stampa un post apparso sui social gravemente offensivo della memoria del vicebrigadiere Mario Cerciello Rega. A scriverlo sarebbe stata un’insegnante. Attiverò, tramite gli Uffici territoriali del Miur, tutte le verifiche necessarie. Il caso va chiarito fino in fondo. Se fosse vero, sarebbe gravissimo».

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *