Salvini DJ – Capolavoro di comunicazione

di Paolo Muttoni.

Salvini fa notizia. Basta un suo spostamento, una minino movimento sbagliato e troviamo il ministro dell’interno in prima pagina. È chiaro oramai a tutti, nel bene e nel male, che lo si sostenga o meno, il Vicepremier in questo momento è al centro dell’attenzione del paese.

Nell’ordine, la settimana scorsa abbiamo avuto il moto d’acquagate ed il Papeetegate nel weekend.

Partiamo dal giro in moto d’acqua del figlio di Salvini, due parole non di più anche perché usare il figlio del ministro per fare polemica politica è vergognoso. Detto questo, era un gesto molto evitabile, che può andare bene come caso isolato, ma non come elemento frequente.

Per il DJ Salvini al Papeete la questione è molto semplice e si può riassumere in 2 parole: capolavoro comunicativo. In altri tempi un episodio come questo avrebbe creato incidenti politici, ma attualizzando la questione è chiaro come Salvini abbia sfruttato quel momento. Spiaggia piena di ragazzi, anche di futuri elettori, che mediamente se ne fregano della politica (purtroppo) e però vedono questo ministro dell’interno in mezzo a loro, in console, con il bicchiere di Mojito in mano. Qualche pensiero, in future elezioni non tanto lontane, di votarlo, lo faranno.

Detto questo, è vergognosa la campagna giornalistica contro Salvini. Abbiamo, oramai, due giornali che non fanno informazione, ma mera opposizione. Il primo è senza dubbio “La Repubblica” con titoli espressamente contro il ministro, editoriali dichiaratamente schierati contro. E l’Espresso, il mensile che sta cercando da febbraio soldi della Lega in Russia e Lussemburgo.

E nel frattempo gli altri partiti?

Forza Italia è in fase di implosione, con Toti che ha già annunciato l’uscita e la Carfagna che ha già dichiarato di non voler far parte di un nuovo coordinamento.

I 5 stelle, che sono l’ombra di loro stessi, continuamente divisi tra di loro, e messi nell’angolo dalle strategie di Salvini.

Il PD che è un circo, anche divertente, diviso in correnti e sottocorrenti. Diviso sulla mozione di sfiducia a Salvini, la presenta Renzi o la corrente di Zingaretti. No, la presentano entrambi, quindi Renzi la deve ritirare. Ripeto: un circo.

Fratelli D’Italia è l’unico partito che sta coerentemente mantenendo una linea, ed infatti sta crescendo nei sondaggi e nelle elezioni. E molto probabilmente sarà il futuro partner di governo della Lega. Anche se prima va chiarita la posizione dei Fratelli sul federalismo e l’autonomia.

E mentre gli altri partiti si dividono, lottano tra di loro, si dividono, si scindono, si dividono su come dividersi (PD Docet), Salvini si sta prendendo l’Italia.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *