Salvini sì TAV e Governo va avanti. Non mi interessano poltrone in più. Sì Toninelli in squadra

“Non mi interessano poltrone in più per la Lega” così Matteo Salvini a Sabaudia dopo il terremoto politico all’interno della maggioranza di Governo.

Matteo Salvini
Salvini a Sabaudia
Prossime ore:

“O si fanno le cose velocemente o scaldare la poltrona non fa per me. L’europa non ci attende e corre veloce.” Continua Salvini confermando il suo interesse a lavorare per portare a casa risultati concreti. Afferma di lavorare alla prossima manovra economica dedicandola soprattutto ai disabili che da sempre soffrono pensioni da fame.

“Ci aspettano mesi impegnativi e ciò che faremo lo faremo con coraggio e volocità. Taglio delle tasse, investimenti e riforma della scuola” ha detto Salvini in chiusura del suo discorso.

Un’affermazione importante che fa intendere che non è stata chiesta nessuna “testa” da parte della Lega al Premier Conte. Sui social e nel mondo politico si parlava di qualche poltrona pentastellata che sarebbe saltata, ma a quanto pare non sarà così e il Governo continuerà a dialogare anche con Toninelli. Dalla piazza arriva anche la conferma che l’infrastruttura TAV (ndr) tanto criticata da Grillo e dagli antagonisti di sinistra, si farà.

In questo anno di governo dice Salvini: “Ho ridotto dell’80% gli sbarchi e chiuso i porti alle ONG nemiche dell’Italia.” “Oggi con il decreto sicurezza bis si chiude anche il capitolo di chi infrange la legge e la passa liscia e l’Italia non è più il centro profughi dell’Europa.”

“Il risultato di cui vado fiero è quello di aver ridotto drasticamente le morti in mare in questo anno di Governo” afferma il Ministro dell’Interno dal palco di Sabaudia.

Sì alle infrastrutture

“Non possiamo permetterci un’Italia ferma. Bisogna aprire cantieri e far lavorare gente.” tuona il leghista dal palco di Sabaudia.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *