Personalità, prima della “militanza”.

di Manuel Di Pasquale.

È mai possibile che al giorno d’oggi ci siano ancora rincoglioniti che sopra a tutto devono anteporre bandiere? Si possono rovinare rapporti umani perché qualcuno ha deciso di “farsi da parte”?

Ebbene sì. Purtroppo, a causa dell’abbassamento del livello politico, anche il livello della militanza ne ha risentito. Molti militanti, oltre a bassi livelli di preparazione, presentano anche inquadramenti non chiari della propria vita. E qui sorge un problema: c’è troppa gente che non riesce a scindere sfere diverse.

Perciò, ora c’è chi “vive” solo per quello e non riesce a immaginare uno schema, nemmeno una realtà, fuori da quella gabbia che si è creato. Difatti, alcuni non riescono a fare “amicizie” fuori da una sezione, così come sono pronti a rinnegare amicizie che erano nate spontaneamente se qualcuno decide di allontanarsi da quella “dimensione”.

È una vera fortuna saper scindere sfera politica e sfera personale e poter curare rapporti umani senza alcun problema, perché le vere amicizie nascono così: senza impegno, a pelle.

Da un lato diverso, però, vi è chi preferisce pseudo-carriere, tornaconti, contentini, forse perché senza personalità o forse perché insegue sogni realizzati su castelli di carta. Chissenefrega di medagliette quando in ballo ci sono rapporti umani. Vaffanculo, però, quando questi rapporti umani si rivelano per quello che erano: di comodo o, peggio, forzati. Eppure, simboli o meno, quelle persone sarebbero le stesse del giorno prima.

Fuori da certi ranghi, che si sappia, non c’è la morte, ma il mondo, pronto ad attenderci a braccia aperte. Perché quando dai tanto, tanto poi ti tornerà indietro. Però, quel dente avvelenato rimarrà lo stesso, perché la fiducia in chi si aveva di fianco scemerà in un istante.

Quindi, qualcuno, al giorno d’oggi dovrebbe capire che quei valori che in teoria vanno portati avanti, vanno portati avanti con tutti: lo spirito di cameratismo, di fratellanza, non si ferma davanti ad una bandiera, ma lo si coltiva sempre, perché spontaneo.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *