Vile aggressione antifascista ai danni di due giovani di destra

Aliud, vittima dell’aggressione antifascista a Torino.

Di Giovanni Rea

Qualche sera fa due ragazzi appartenenti all’organizzazione Aliud sono stati pestati brutalmente circondati ed aggrediti da circa quindici individui incappucciati riconducibili ai centri sociali di Torino. 

Le due vittime sarebbero state seguite all’uscita della loro sede e gli aggressori avrebbero dato inizio al vile attacco sotto casa di uno dei due giovani. 

I militanti di Destra sono stati colpiti a calci, pugni e gli hanno addirittura spruzzato dello spray al peperoncino in faccia. Dopo aver eseguito l’infame agguato, gli antagonisti di sinistra, hanno anche osato spezzare a metà gli occhiali di uno degli assaliti. 

Una volta terminata l’aggressione uno dei picchiatori rossi avrebbe detto ai due: “Sparite da San Paolo o la prossima volta non potrete raccontarlo!” 

Oltre al danno fisico ci sarebbe stato anche il danno verbale che equivarrebbe proprio ad una minacce di morte in pieno stile mafioso. 

Sta di fatto che uno dei due soggetti ha riportato una frattura al setto nasale e l’altro è stato dimesso dopo 5 giorni di prognosi. 

Il ragazzo che ha subito la violenza

La televisione e i giornali non hanno avuto il buongusto di parlare di questo terribile episodio, probabilmente perché a recitare la parte dei violenti picchiatori sono stati ben quindici ragazzi dei centri sociali dai volti coperti e no i loro tanto odiati e temuti fascistoni dalla testa rasata e vestiti con bomber e scarponi neri. 

Giovani A Destra esprime piena solidarietà ai due ragazzi di Aliud e gli augura di tornare più forti di prima e con più voglia, più grinta e con più passione per la militanza politica. 

La giustizia farà il suo corso, tempo al tempo.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *