Calenda: assurde le accuse di antifascismo in mancanza di argomenti

Ancora una volta bisogna confermare l’obiettività dell’europarlamentare Calenda, di recente fondatore del nuovo movimento “Azione” filo-liberale e centrista.

Sicché di fronte ad una domanda di un suo follower su Twitter ( gli aveva chiesto: «Domanda forse stupida: ti definisci antifascista?») Calenda non si è ritratto ed è subito passato al contrattacco: «Ma davvero devo rispondere alla domanda se sono antifascista!!!! Ma mi rifiuto. La considero un insulto in sé».

«Gli elettori di destra non sono fascisti»

Calenda non considera l’antifascismo un argomento spendibile per dare risposte alle esigenze dell’elettorato, proprio per questa ragione si identifica come uno dei pochi politici italiani a ragionare per contenuti e non per etichette scadute da tempo.

«Io antifascista? No, sono un seguace di Benito Mussolini e vesto in orbace. Dai su. Ma ti pare una domanda. Attenzione però, bollare come fascista tutte le persone che si considerano di destra è una gran cavolata».

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *