17 marzo 1861 – L’Unità d’Italia

Di Leandro Castelli
 17 marzo 1861, l’Italia era unita, sotto un’unica bandiera, quella tricolore.

Oggi è il suo anniversario, ma non ci saranno parate, solo strade vuote e balconi e finestre con i tricolori.L’Italia è in questo momento in piena emergenza, flagellata dal Corona Virus e con un’economia pressoché ferma. Però, questa emergenza, ci sta facendo riscoprire il senso di Patria che, per un po’, è stato nascosto in molte persone.L’altra sera, mi sono emozionato nel vedere le persone uscire sui loro balconi e cantare l’Inno Nazionale e, per una volta, non era per una partita di calcio, ma per fronteggiare insieme questo momento di difficoltà.Con questo periodo di emergenza, si stanno facendo, di nuovo, gli italiani, perché uniti nel momento del bisogno, da nord a sud.

Purtroppo ci vuole uno stato di calamità per unire gli italiani, come lo era stato nella Grande Guerra, ma, dopo questa emergenza, saremo tutti consapevoli delle nostre radici, del sangue versato dai nostri militari per far unire la patria e dal sudore dei medici e infermieri che in questo momento fanno una gara contro il tempo per salvare più vite possibili.

Nonostante i nostri difetti, le prese in giro che subiamo dagli altri paesi, l’altra sera molti erano sui balconi a cantare il Canto degli Italiani, perché nonostante tutto, è bello essere Italiani: una nazione invidiata in tutto il mondo per la qualità della terra, per la bellezza dei nostri mari, per la bontà del nostro cibo, per i paesaggi mozzafiato e per la cultura che c’è in Italia. Con questa dedica, un augurio all’Italia e agli Italiani.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *