Identitas – Fede e Scienza: videoconferenza mondiale con Chomsky, DeBenoist, il Dalai Lama, Veneziani e molti altri

di Manuel Massimiliano La Placa

Parte ancora una volta dal Friuli Venezia Giulia e dall’inesauribile tenacia del filosofo e scrittore Emanuele Franz uno degli eventi più attesi del panorama culturale nazionale, europeo e – viste le sembianze ormai assunte – mondiale.

Nel giugno del 2019, nella splendida cornice del Castello di Udine, proprio Emanuele Franz era riuscito nell’impresa di portare al tavolo dei relatori Aleksandr Dugin, , filosofo russo molto vicino al presidente Vladimir Putin, ma anche Diego FusaroMassimo FiniGiulietto Chiesa e molti altri ospiti per dibattere sul tema centrale e fondante della Identitas.

Si è trattato di un evento il quale, nonostante le polemiche al ‘’lancio’’ dello stesso,  ha riscosso un enorme successo e del quale lo scrivente – proprio dalle colonne di Giovani A Destra – ha redatto un dettagliato e corposo rendiconto.

Questa volta, Franz rilancia il suo lungimirante progetto passando alla fase due ed intitolando il convegno Identitas: Fede e Scienza, dopo avere espanso esponenzialmente la schiera di relatori che vi prenderanno parte.

Dal Dalai Lama a Noam Chomsky, 20 relatori e quattro premi Nobel

Inizialmente previsto in forma ‘’fisica e materiale’’ al teatro Palamostre di Udine, il convengo avrà comunque ragione di essere sotto forma di video conferenza mondiale che potrà essere seguita in diretta dal canale Youtube e sulla pagina Facebook dell’associazione culturale Identitas Clara il 31 marzo a partire dalle ore 16.00 nonché, contestualmente, sul canale Youtube di Audax Editrice

Il video-convegno, quindi, comprenderà venti interventi complessivi provenienti da sei nazionalità diverse, con quattro Premi Nobel coinvolti e si proporrà come un Simposio mondiale volto ad unire filosofi e scienziati fra i più importanti al mondo.

“Ho voluto” afferma il direttore artistico Franz “nonostante i sacrifici e il lavoro di quasi un anno per unire queste personalità, non venire meno al mio proposito nemmeno di fronte all’emergenza sanitaria, non potevo esimermi dal proporre alla comunità un dibattito fondamentale soprattutto in questo momento di crisi. Un uomo deve mantenersi fedele al proprio proposito anche davanti a una pandemia, perché quando cesseranno l’Intelligenza ed il confronto allora sarà cessata anche l’umanità”

L’evento è patrocinato e promosso dal Comune di Udine nonché dal Consiglio Regionale del Friuli Venezia Giulia e comprenderà gli interventi e i contributi di: Sua Santità il Dalai LamaNoam Chomsky, Alain de Benoist, Marcello Veneziani, Reinhold Messner, Angelo Branduardi, Piergiorgio Odifreddi, Mons. Guido Genero, Antonino Zichichi, l’On Gian Luigi Gigli, Urgyen Norbu Rinpoche, Vittorio Sgarbi, Vito Mancuso, Guido Tonelli, Don Alessio Geretti edi Premi Nobel Werner ArberBrian JosephsonSteven Weinberg oltre al premio Pulitzer  Douglas Hofstadter.

Moltissime le personalità e le autorità che hanno voluto inviare un augurio di buona riuscita del convegno. Si parte con il Presidente della Federazione Russa Vladimir Putin, che augura ogni successo all’iniziativa, passando per il giornalista Mario Giordano, gli europarlamentari Carlo Fidanza e Vincenzo Sofo, gli Onorevoli Luca CirianiWalter RizzettoLuca SutRoberto NovelliRenata Capria D’Aronco del Club per l’Unesco di Udine e, non da ultimo, il Cardinal Gualtiero Bassetti, presidente della CEI, Conferenza Episcopale Italiana.

Per ricevere maggiori informazioni sull’evento  è possibile scrivere all’email identitasclara@gmail.com

dav

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *